domenica 19 giugno 2011

il gatto si morde la coda, si morde la coda il gatto

"Aspettami, arrivo...ma dov'è che lo fanno questo spettacolo, fratellino?"
" Mi hanno detto in Piazza della coperta, al teatro Gabbietta."
"Ah, e come si intitola?"
"Mmmh...se non ricordo male: Il gatto si morde la coda."


Arrivati al teatro Gabbietta ...

"Ehi, ma non sarà mica questo qui l'attorgatto Macchietta...siamo messi male se già sonnecchia prima di esibirsi!"


Lo spettacolo

"Eh, già si morde proprio la coda...il gat-to"
"...ma non sa che la coda è su-a!"


"Daii..è divertente però, non credi?"
"Sì, però gira e rigira...dopo un pò annoia."


"Aspetta che ti pulisco il pelo..."
"Beh, mi sembra proprio che lo spettacolo sia finito, pare che l'attorgatto non abbia più intenzione di mordersi la coda."


"Ah sì, allora vieni che torniamo a casa!"

P.s. Il titolo dello spettacolino felino mi è stato suggerito da una vecchia canzone di G.Gaber  ripescata tra i miei ricordi, dal di lì anche le parole sillabate, e i gattini protagonisti delle scenette sono i figli del famoso gatto buongustaio...o forse era una gatta?

21 commenti:

  1. simpaticissima questa sequenza di foto con storia!!!!!

    RispondiElimina
  2. Che belliii!!!!
    Il gatto nero lo desidero da anni..
    La scenetta è troppo dolce..
    Baci
    Alessandra

    RispondiElimina
  3. E' di una dolcezza infinita questo post con i gattini!
    Sei un'artista a tutto tondo :-))
    Bacioni!

    RispondiElimina
  4. ma che bimbi bellissimi!! Loro sono dolcissimi, ma anche tu hai creato un post speciale!
    Se ho capito bene sono i bambini del gatto della torta salata??? Baci!!

    RispondiElimina
  5. Sono d'accordo, il tuo è un post speciale e dolcissimo.

    RispondiElimina
  6. Belle queste foto! I miei le hanno molto gradite...Ciao!

    RispondiElimina
  7. Ma che amori di micini!!
    Il nero è uguale al mio Isidoro da piccolo! :)

    RispondiElimina
  8. Ahahah... troppo carina questa scenetta! E i batuffolini sono strepitosi!

    RispondiElimina
  9. Che belli questi micini!Fanno tenerezza!

    RispondiElimina
  10. Che teneri e che delizio scenette!
    Caio Ninfa,
    Lara

    RispondiElimina
  11. Fotografia e fantasia: un bel connubio!
    :D

    RispondiElimina
  12. bellini i mici,ma anche la sceneggiatura non è male,bacino

    RispondiElimina
  13. e non si paga neanche il biglietto!!!
    Buona settimana

    RispondiElimina
  14. Ben trovati Marina, Alessandra, Mariabei, Giada, Ambra, Mr.Hyde e i "suoi" (umani o felini?), Zio Scriba, Raffaella, Alessandra, Soffio, Stefania, Graziella, Luigi e ben arrivata a Lara. Vi ringrazio di esser venuti qui ad assistere allo spettacolino che, come ha osservato Luigi, era perfino gratis! I micini delle foto, veramente tenerissimi, sono proprio i figli del o della gatta che si è mangiata la mia quiche, però visto che ancora non mi ero accorta del misfatto li ho amorevolmente fotografati...Certo le foto non sono nitidissime, ma erano così divertenti, la coda il gattino macchiato se la inseguiva veramente e gli altri due stavano lì a guardarlo, proprio buffi. Ho pensato che aggiungere poi anche qualche battuta avrebbe strutturato l'insieme in maniera piacevole e sono felice che abbiate apprezzato il mio intervento. In tanti avete la fortuna di avere dei gatti: tigrati, rossi, bianchi o magari neri come l'Isidoro dello Zio. Anch'io sono stata attirata, come Alessandra, proprio dal gattino di quel colore e l'amica di collina me l'avrebbe certamente regalato (la sua gatta ne ha partorito sei)se non mi mancassero purtroppo le condizioni indispensabili per ospitarlo. Peccato, vorrà dire che mi dovrò limitare agli incontri occasionali e di tenerli solo qui, nella mia "casa" virtuale. Un saluto a tutti quanti compresi i vostri compagni felini!

    RispondiElimina
  15. Splendidi!!! Spero di vederti giovedi. Marina

    RispondiElimina
  16. Ho un debole per i gatti in generale ma quando vedo dei gattini così piccoli.. mi sciolgo!Mi ricordo bene anche la vecchia la canzone di Gaber così appropriata in questa circostanza e mi hanno fatto letteralmente impazzire i due...spettatori!

    RispondiElimina
  17. troppo teneri, poi sono così buffi quando sono così piccoli che starei ore a guardarli!!!

    RispondiElimina
  18. E tu pensavi di assistere gratis allo spettacolo?
    e di fare pure il reportage fotografico?

    Il biglietto l'hai pagato eccome...la quiche!
    ihihihihihihih!

    la prossima volta informati sul prezzo del biglietto!

    che tenerini quei micetti, seduti inclinati a guardare l'attorgatto!

    RispondiElimina
  19. Carinissimi i mici in sequenza...

    RispondiElimina
  20. Grazie anche a voi, Marina, Floriana, Pam, Eli e Gianna, ho letto con piacere le vostre parole e verrò presto anch'io a guardare i vostri post. I gatti, soprattutto quando sono così piccoli, sono davvero teneri e buffi mentre giocano, saltano o riposano. La foto poi in cui i due "spettatori" sembrano una coppietta in vena di coccole è proprio da sciogliersi... Così, rapita dalla tenerezza, me ne stavo lì a fotografarli mentre la loro genitrice si faceva in cucina una scorpacciata di quiche...Ha proprio ragione Eli: io lo spettacolino l'ho pagato caro, per fortuna per voi è gratis! Buona estate!

    RispondiElimina