venerdì 23 settembre 2011

le morbide stagioni

E' arrivato l'autunno, si sente vero? Io nel letto ho ammonticchiato le mie copertine e sto considerando, solo considerando per ora, di metter via le canottiere...Direi che è l'occasione giusta per farvi vedere qualcosa che riguarda non solo questa stagione, ma tutte quattro, va bene lo stesso?

Si tratta di un libro di stoffa che ho realizzato tanti anni fa e non dico che sia uno splendore, tutto storto e sgualcito com'è,  però considerando che il tempo che avevamo a disposizione per farlo era assai limitato e che odio cucire, direi che mi stupisco ancor oggi di esserci riuscita!

L'idea dei libri morbidi è sicuramente valida se avete bambini piccoli e basta un pò di pratica ed amore per il cucito e magari anche una macchina da cucire (so che molte di voi la possiedono) per realizzare da soli un librino che farà felici i vostri piccoli "lettori". 

I temi a cui potete ispirarvi sono chiaramente i più svariati: i colori, gli animali, i mezzi di locomozione, i momenti della giornata, il cibo, le favole, i numeri...beh, non vorrei continuare con questa litania, tanto voi lo sapete meglio di me cosa può interessare e stimolare la fantasia dei vostri bambini!


Qualche piccolo e spero utile suggerimento:

* se con la stoffa non siete troppo pratiche, meglio pensare ad un progettino semplice semplice, con poche forme e pochi particolari

* considerando che questi libri vengono usati da bambini che ancora esplorano il mondo circostante "assaggiandolo", evitate di cucirvi pezzi piccoli che possano staccarsi facilmente (come ad esempio ho fatto io nell'albero estivo)

* una volta che avete preparato le vostre pagine, potete cucirvi sopra i vari elementi lasciandoli piatti, oppure creare un pò di spessore inserendo dell'ovatta al loro interno

*  si può realizzare la rilegatura, senza troppa difficoltà, cucendo insieme copertina e pagine di stoffa a punto indietro

* se userete tessuti o materiali che al tatto danno sensazioni diverse e aggiungete anche particolari come asole, parti unite col velcro e tutto ciò che potrebbe venirvi in mente andando a visitare gli indirizzi che ho linkato in fondo al post, il vostro libro risulterà ancora più accattivante e divertente. 


le morbide stagioni


Oh, primavera che arrivi leggera
fiori di pizzo mi porti stasera.


C'è poi l'estate con tutto quel caldo 
frutti succosi, li mangia anche Baldo?


Se con l'autunno un pò ti deprimi
pressa le foglie per far dei quadrini.


L'inverno arriva con le sue nevicate
l'albero è scarno, ma si fan le palate!


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Di libri in stoffa belli ed originali (molto, molto più del mio) se ne vedono parecchi in giro per il web. Un assaggio? Guardate ad esempio questo  libro simpatico e tenero di Claudia, oppure qui quest'altro tutto scricchiolante, o ancora... andate qui per uno che sprizza creatività da tutte le pagine e se volete invece prendere ispirazione da alcuni  libri tattili d'autore, allora potete dare un'occhiata ai "Prelibri" di Munari.

19 commenti:

  1. bello, bello, bello: come tutte le cose che fai tu!!!

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia, complimenti!
    Ammiro moltissimo le persone che hanno fantasia
    e manualità.
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  3. Sei davvero una togo,mia cara! Grazie per tutti i meravigliosi link ma devo dire chè il tuo libro morbido è una bellezza. La flastrocca è poi il degno completamento...non l'hai scritta sulle pagine?

    RispondiElimina
  4. Mi piacciono moltissimo i libri morbidosi! Questo non me l'avevi mai mostrato! E'carinissimo, come la filastrocca!!!Brava!!!

    RispondiElimina
  5. Sono andata a vedere e sono bellissimi tutti. Il tuo comunque non ha nulla da invidiare agli altri, è fantastico, libro e filastrocca in accompagnamento.

    RispondiElimina
  6. ciao Ninfa, sempre alla ricerca di idee originali e colorate!

    RispondiElimina
  7. bello davvero. Mi unisco ai complimenti.
    Il tuo non ha nulla da invidiare a quelli indicati.
    Sei un portento.ciaoo Ninfa

    RispondiElimina
  8. Bell'idea quella del librino da masticare, si potrebbero nascondere all'interno dei biscotti, magari in delle tasche cucite! Dai che sto scherzando!
    Ah! Ho fatto i biscotti ho fatto i biscotti! Ne hofatta doppia dose perchè mi parevano pochini: il mio marito è una scimmia e campa di nocciole e noccioline.Adesso è sul divano che rumina felice!
    Sono venuti buonissimi, grazie mille per la dritta!
    F.

    RispondiElimina
  9. che bella la filastrocca che accompagna il tuo libro(è bellissimo)..buon fine settimana

    RispondiElimina
  10. Che bello! Ma non so assolutamente cucire.
    Passerò l'idea a mia suocera... se si presta gentilmente.

    RispondiElimina
  11. Magnifica idea, complimenti Ninfa!

    RispondiElimina
  12. Dici che è storto e sgualcito, ma a me è piaciuto subito moltissimo!
    Avrei voluto avere anch'io un libro così, da bimba.
    Ciao, a presto!

    RispondiElimina
  13. ...wonderfullllllllllll...!!!!!!...in tutte le sfumature.:)

    ...bellissima idea...la devo far vedere alla mia comare ...ha un bambino piccolino...togliendo le perline ovviamente.
    ciaooo Vania

    RispondiElimina
  14. ma sa che abbiamo un sacco di passioni in comune....anche il libro di stoffa...ne ho fatti 4 x mia figlia quando era piccina e uno aveva proprio degli alberi.......poi sono passati tutti di mano a un nido...per continuare la sua utilità.baci glo

    RispondiElimina
  15. Questo libro "morbidoso" fa parte del mio archivio..non cartaceo, naturalmente. Realizzato tanti anni fa durante un corso di formazione, fu una piccola sfida per me che con ago e filo non vado troppo d'accordo. Ve l'ho voluto mostrare non certo per la qualità del lavoro (anzi, di quest’aspetto un po’ mi vergogno), ma per lanciarvi un’idea di un gioco fatto in casa sempre apprezzato dai piccoli ed anche per augurarvi a mio modo un buon autunno! Vi ringrazio, stupita, dei vostri apprezzamenti (anche “togo” penso lo sia…) e per non esservi soffermati troppo sui particolari, visto che storto lo è davvero!

    P.s. per "Un roseto…": ciao, già ci siamo scritte sul tuo, ma benvenuta anche nel mio blog, non ho il giardino, ma spero ti piaccia lo stesso!
    P.s. per Sandra: è bello rivederti in foto, vuol dire che finalmente sei riuscita a risolvere i problemi con blogger.
    P.s. per Federica: sono superfelice che i biscottini siano riusciti bene e che siano stati alquanto apprezzati, sono io che ringrazio te per esserti fidata della mia ricetta. Niente pinoli allora?
    P.s. per Gloria: stupenda idea lasciare i libri fatti da te al nido in modo che potessero giocarci altri bambini!

    RispondiElimina
  16. ma che meraviglia!!!!! CErto ci vuole una pazienza certosina!

    RispondiElimina
  17. Grazie, sei troppo gentile Marina! A me sicuramente per cucire a mano questo librino è servita un'infinita pazienza, ma se una ama il cucito otterrà in tempi più veloci risultati decisamente superiori!

    RispondiElimina
  18. Ah, Sandra, ho dimenticato un pezzo della risposta...La filastrocca non potevo averla scritta sulle pagine, perchè l'ho inventata solamente ora per questa occasione, a distanza di anni dalla realizzazione del libro.

    RispondiElimina