venerdì 11 febbraio 2011

cuori cinesi

State sospettando che stia facendo confusione tra Cina e Giappone? Mah, forse un pò...se credevate, anche voi come me, che l'origami fosse nato in Giappone, in effetti il vocabolo stesso "oru" che significa piegare e "Kami", carta, è giapponese ...dicevo, se pensavate che l'origine fosse legata a quel paese, allora dovete ricredervi, perchè probabilmente le prime forme piegate nacquero invece in Cina, con l'invenzione stessa della carta nel 105 d.C. Fu poi un monaco buddista nel 610, a portare la tecnica della fabbricazione della carta anche in Giappone e qui l'arte dell'origami si è diffusa e perfezionata, grazie all'eccellente manualità di questo popolo.

Quando molti anni fa conobbi F.F. rimasi incantata dalla sua abilità nel maneggiare la carta. Era poco più di una bambina, ma con un semplice foglio sapeva creare meraviglie. Ne ho dedotto che anche ai bambini cinesi, perchè lei lo era, veniva insegnata fin da piccoli questa arte affascinante.

Questo cuore origami me l'ha insegnato lei e finora non ne ho trovati di uguali nè sui miei manuali, nè navigando nel web. Chissà, forse si tratta di un modello inedito...In ogni modo: grazie F.F. in qualunque luogo ti trovi adesso, questo cuore lo dedico prima di tutto a te!

La mia spiegazione è interminabile, ma non spaventatevi: questo origami non è certo difficile e vedrete... lo finirete in un batter d'occhio! E se le mie istruzioni non dovessero risultare abbastanza chiare, visto che sono chiaramente autoprodotte,vale sempre l'invito a contattarmi. Già che ci siete, suggeritemi anche qualche sinonimo di "piegare", ne ho estremamente bisogno!!
Chi non avesse voglia di sorbirsi invece tutta la pappardella che segue, può saltare direttamente a leggere sotto la cornicetta...

IL CUORE DI F.F.


Occorrente: un foglio di carta rettangolare dimensioni A4 oppure della grandezza che preferite mantenendo più o meno le stesse proporzioni. Potete scegliere, a vostro piacimento, carta bicolore o di un'unico colore, o, se siete in vena creativa, decorata da voi.

N.b. Utilizzando un foglio A4, le dimensioni del cuore risulteranno: cm.10,30 x 9,30


Procedimento:

Appoggiate sul tavolo il vostro foglio.

Portate uno degli angoli superiori verso il lato opposto e sovrapponendo bene i due lati piegate in questo modo.


Riaprite ed

eseguite un'altra piega simmetrica a questa.
Riaprite ancora il foglio: vedete come si incrociano le tracce?


Voltate il foglio e piegatene tutta la parte superiore, arrivando fin dove si fermano le diagonali.

Ora, riaprendo la figura, portate un dito sotto al foglio, proprio al centro, e sollevate la carta. Vedete, diventa una specie di tettuccio!


Spingete verso l'interno i due grandi triangoli laterali, mentre chiudete la figura schiacciandola tra le mani.
Voltate il foglio.

Portate un angolo alla base del grande triangolo verso il vertice e fate una piega.


Procedete nello stesso modo anche con l'altro angolo.

Piegate l'intera figura a metà in senso verticale.


Riaprite, voltate il foglio e portate il suo lato sinistro allineato alla traccia centrale.
Chiudete in questa maniera anche l'altra ala del foglio,

poi piegate verso il basso l'angolo in alto: solo il primo strato, però.

Ora invece piegate tutta la parte inferiore, arrivando fin sotto al triangolo (che dovrete leggermente sollevare).


Sembra quasi una bustina, vero?

Portate i due angoli inferiori del rettangolo sulla traccia centrale. Prima uno...e poi l'altro.


Avete notato che nei lati del triangolo si sono formate due taschine? Ecco, dovete inserire le due punte dentro a quelle aperture. Vi faccio vedere questo passaggio più da vicino.

Siete riusciti a infilarle entrambe? E' complicato solo se il cuore è molto, molto piccolo...


Voltare il foglio e tenendo il cuore in mano piegate all'indietro le due punte aperte che si trovano nella parte superiore, dando loro una certa inclinazione.

Voltare nuovamente l'origami e fermate le due puntine volanti piegandole in sotto e inserendo anch'esse dentro alle tasche, una da una parte, una dall'altra.
Il cuoricino o cuoricione a seconda delle dimensioni è finito!

F.F. completava il tutto con un bastoncino di carta. Se vi piace potete farlo anche voi, arrotolando su se stesso un foglio. Partite da un angolo e avvolgetelo strettamente senza mai mollare la presa!


Chiudetelo stendendo un pò di colla a stick e schiacciandone un'estremità, inseritelo sotto alla piega che vedete in foto. L'altra estremità, se troppo lunga, potete spuntarla con le forbici.


Eccolo qua il cuore "da passeggio". Ci fate un giro?

A me piace molto anche così col bastoncino, cosa ne dite?


Se preferite però, potete appenderlo fissando all'origami un anellino in cordoncino o comporre una fila di cuori, magari di grandezza diverse.
__()*()__()*()__()*()__()*()__()*()__()*()__()*()__()*()__
E visto che il cuore è un simbolo oltre che d'amore anche di affetto, lo voglio dedicare a tutti voi, care amiche ed amici, e in particolare a F.F. che me l' ha pazientemente insegnato, a Cindry che sta vivendo un momento meraviglioso della sua vita, a Floriana con cui ho condiviso chiacchiere, caramelle e progetti nel periodo antecedente all'apertura del blog, a Pam, regina indiscussa di tutti i cuori di qualunque genere, e a Krilù con un grande abbraccio!



“Con questo post partecipo al Linky Party by Topogina”



Linky Party 2014

42 commenti:

  1. Un minuscolo cuoricino di carta può esprimere davvero tanto affetto. Sono rimasta incantata nel leggere la sua storia. Se riesco a farne uno anch'io te lo faccio vedere!!!
    Un abbraccio, Giada

    RispondiElimina
  2. ma così ci posso provare anch'io...
    un abbraccio

    RispondiElimina
  3. oooops.. ho sBagliato!!
    Ho commentato al post sotto!!
    :-P
    dicevo che io adoro gli origami!!!
    E ti ringrazio per aver postato queste spiegazioni inedite.
    Un bacio CriCri

    RispondiElimina
  4. stupendo...le tue spiegazioni sono chiarissime...ci proverò sicuramnete

    RispondiElimina
  5. bello il cuoricino e anche la carta double face!
    Sinonimi di piegare?
    che ne dici di Flettere la carta? inchinare il foglio? prostrare la carta? inclinare? far pendere? ahahahah tutti direttamente dal vocabolario dei sinonimi e contrari, ma come vedi, ce ne fosse uno adatto!!!
    Alcuni oserei dire sono Fantozziani!

    buon w.e.

    RispondiElimina
  6. Acci e poi picchia, ogni volta che leggo i tuoi origami mi viene voglia di spolverare i miei... e poi mi scordo!
    Questo cuoricino non l'avevo mai visto: è delizioso.

    RispondiElimina
  7. E' stupendo,poi se non l'hai trovato in nessun libro vale ancora di più per l'originalità.Ti ha insegnato altri origami F.F.?

    RispondiElimina
  8. Che bel cuoricino .... gli origami mi affascinano...ma non sempre riesco...

    RispondiElimina
  9. bellissimo, ora provo a farlo... mi sembra anche un'ottima idea come biglietto di auguri!

    RispondiElimina
  10. Questo te lo copio!
    Nelle occasioni "speciali" la maggior parte delle persone per motivi di tempo, di poca voglia o di scarso interesse per l'evento stesso, si limitano a comperare stupidaggini. Tu oggi mi stai dando lo spunto per San Valentino. Corro subito a comprare la carta...

    RispondiElimina
  11. ..il cuore è veramente bello...passerò lunedi ...il giorno di S. Valentino a leggermi il post....:))))
    Ciaooo Vania

    RispondiElimina
  12. Hai proprio ragione, Giada, anche un cuore in carta può esprimere affetto. Molte delle cose che ci circondano hanno una loro storia e quindi un'emozione legata ad esse, come in questo caso. Se lo realizzerai, mandami una foto, così oltre ai mandala espongo anche i vostri cuori!

    Certo Luigi che ci puoi provare, sarei davvero contenta! Non so se tu abbia già qualche esperienza di origami, quindi nel caso incontrassi delle difficoltà (è sempre possibile che le spiegazioni non siano chiare...)ti aiuterò a superarle.

    Ciao Cricri, ti ho risposto nell'altro post, capita a volte di confondersi...Certo non ho la sicurezza che siano inedite, però sicuramente questo cuore non è un modello tra i più comuni, visto che non ne ho mai incontrati fatti così. E mi ha fatto piacere condividerlo con voi!

    RispondiElimina
  13. Grazie Alessandra, chissà che non ti venga l'ispirazione di usarli in qualche modo...la tua fantasia è sempre in movimento!

    Ciao, Valeria!Io me lo auguro davvero che le mie spiegazioni risultino chiare. Certo ho molte visite di persone appassionate, ma non vengono certo a commentare la buona o cattiva riuscita del lavoro...Quindi se ci provi, aspetto il tuo riscontro!!

    Grazie Eli, sì, anche la carta è carina, adesso in cartoleria si trovano anche decorate così, da entrambi i lati. Sei stata gentile a rispondere al mio appello: i tuoi sinonimi mi hanno fatto morire dal ridere, potrei anche usarli per un origami davvero "fantozziano"!

    RispondiElimina
  14. Ah, lo so, acci e poi picchia, che spesso i post degli altri ripescano tra i ricordi. Succede anche a me, poi le cose da fare sono così tante che uno se le dimentica! Sono contenta che questo cuore ti piaccia, Sandra...ma anche tu sai fare qualche origami?

    Grazie Floriana, è vero, questo origami ha anche il pregio di essere originale. F.F. ne sapeva fare tantissimi, ma certo non era il contesto giusto per insegnarmeli. Un altro però me l'ha spiegato: è una barca, ma con una parte coperta, un pò diversa dalle nostre.

    Ciao, Mariuccia, l'origami è sicuramente un'arte affascinante. A me piacciono molto, ma non pensare che sia bravissima. Capisco solo quelli più facili e a fare le pieghe poi non ho una grande precisione. Puoi provare a fare il cuore, è piuttosto facile!

    RispondiElimina
  15. Ciao, Marina, grazie anche dei tuoi commenti nei post arretrati, se vai a vedere ti ho risposto là. Sì, puoi provare a farlo e a pensare un pò come lo potresti utilizzare. Come biglietto mi sembra un'ottima idea: sia incollato (più piccolino) su un cartoncino, che scritto al suo interno, in modo da "smontarlo" per leggerlo....accompagnato dalle istruzioni per rifarlo!

    Copia pure Tiziano! Anch'io preferisco queste cose fatte con le proprie mani in queste ricorrenze, meglio come dici tu di tante stupidaggini. Però non vorrei che la tua amata si aspettasse qualcosa di più prezioso...

    Grazie Vania, mi fa piacere che apprezzi il cuore di carta. Vieni pure quando vuoi a leggere il post, anche il giorno di San Valentino, ma...ti avverto, ci sono dentro delle interminabili spiegazioni e non poesie d'amore!

    RispondiElimina
  16. Sono sempre affascinata da questi lavori che proponi e mi dico sempre che devo cimentarmi..ma acci..e riacci..non riesco a fare tutto!!!! UFFAHHHHHHHHH!!!
    Brava Ninfa...e grazie per il banner che hai inserito per la manifestazione.ciaoooo bacione

    RispondiElimina
  17. Ma che bello questo origami a forma di cuore! Domani ci provo... chissà...
    Grazie Ninfa, per tutti questi tutorials, davvero molto dettagliati... sei bravissima a spiegare!
    Buona Domenica... un bacione

    RispondiElimina
  18. Che interessante; non sapevo che gli origami avessero origini Cinesi. Insomma, arrivano primi in tutto....
    Ma noi ce la godiamo nell'attesa che ci invadano ;-)
    Grazie per questo tutorial spiegato davvero benissimo!
    Un abbraccio, Cathy

    RispondiElimina
  19. grazie x la spiegazione ....effettivamente fatto così non lo avevo mai visto...un tempo, q.do mia figlia era piccola passavamo molto tempo a fare animaletti o forme varie con la tecnica origami ma un cuoricino così carino e abbastanza semplice mi mancava.glo

    RispondiElimina
  20. ciao!che caruccio questo tutorial!!non ho mai imparato a fare gli origami, questa è la volta buona!ci proverò di sicuro, grazie per le spiegazioni e per la parte culturale!è sempre bello imparare cose nuove!chiara

    RispondiElimina
  21. Ciao Carla, lasciati pure affascinare anche senza provare, sperimentare ogni cosa non è proprio possibile ed è bello anche solo guardarle le creazioni altrui!Per il banner, l'ho messo perchè credo sia giusto pubblicizzare questa iniziativa. Oggi vado anch'io, ci scambieremo poi le nostre impressioni!

    Ti ringrazio Mariabei, i miei tutorials sono certo di una lunghezza spropositata, ma è importante che chi li legge, non si ritrovi senza qualche fase importante del lavoro..Ormai di spiegazioni dovrei avere una certa esperienza, ma non si finisce mai di imparare e migliorare. Buona domenica anche a te!

    Ciao, Chaty, piacere di conoscerti anche se il tuo blog lo seguo già da un pò, è una vera esplosione di colori! Le notizie sulla storia degli origami le ho pescate un pò qua e un pò là. Probabilmente in Giappone l'origami è diventato un elemento fondamentale durante le festività assumendo un significato simbolico, ma anche in Cina si è continuato a tramandare quest'arte. Grazie, a presto!

    RispondiElimina
  22. Uhmm...su cosa ti ricredi, Stella? Sugli origami, magari non ti sono mai piaciuti, sui cuori a San Valentino...oppure stai pensando a qualche esperienza scolastica? Difficile indovinare, in ogni modo ti auguro una buona domenica, ricredersi è sempre positivo!

    Allora anche tu hai un pò di esperienza con gli origami, Gloria! I bambini sono in genere incuriositi dagli oggetti di carta, certo bisogna proporre modelli adatti a loro a seconda dell'età, interessi, capacità manuali...Gli animali attirano sempre, ma anche gli origami volanti vanno molto. E poi...questo è un bel passatempo per tutte le età!

    Ciao, Chiaretta! Come dicevo adesso a Gloria, questo è un bel passatempo per tutti. Se il mio tutorial ti ha fatto nascere il desiderio di buttarti in questa impresa, ne sono felice. La parte culturale l'ho chiaramente molto sintetizzata, sul web puoi trovare molto di più riguardo la sua storia. Buon cuoricino e se incontri dei punti oscuri, scrivimelo, perchè per me è importante saperlo!

    RispondiElimina
  23. ...quasi quasi...anzi senza quasi quasi...ne aspetto uno alla festa di Bologna...:)))
    ...sti' monaci buddisti...!!!!!:))
    ciaooo Vania

    RispondiElimina
  24. La mia amata qualcosa di più prezioso?...E cosa c'è di più prezioso di ciò che è stato fatto con amore? il resto al massimo è più costoso ma a mio avviso senza valore!
    Con questo post, mi hai dato lo spunto non proprio per un regalo di San Valentino, ma per un pensiero di San Valentino, e in questo caso un cuore origami con un messaggio e magari un cioccolatino fatto in casa (che sto cercando di fare!), credo sia un buon modo per ricordare alle donne che mi sono care; come può essere la mamma, la nonna, un'amica e ovviamente la morosa, che ogni giorno penso a loro e che ogni giorno le amo.

    RispondiElimina
  25. Ah, ma allora sei proprio ritornata a leggerlo per San Valentino, Vania! Ti aspetti un cuore alla festa di Bologna? Da me immagino...te lo regalerò molto volentieri, sperando di ricordarmi, anzi...mi faccio un appunto sul calendario!

    Io la penso proprio come te, Tiziano, questo origami potrebbe accompagnare un pacchettino... cioccolatini fatti in casa? Magari! Un pensiero del genere, realizzato da te, per ricordare alle tue donne che le ami tutti i giorni e non solo oggi, è un regalo unico, speciale e sono sicura che chi lo riceverà sarà felice!

    RispondiElimina
  26. ciao Ninfetta!esatto, i biscornu sono puntaspilli, ma anche segnaposto, oppure se ci attacchi un nastrino puoi legarli alle forbici o appendinderli alla porta!l'altra notte pensavo ai tuoi cuori e mi chiedevo: che tipo di carte servono per farli? chiara

    RispondiElimina
  27. Ah, allora ho intuito bene, anche se si possono davvero usare in tanti altri modi!
    Per quanto riguarda la carta, la migliore è chiaramente quella apposita, perchè è sottile e resistente. Non sempre però si riesce a trovare e dato che questo origami è anche rettangolare (in genere quella origami è quadrata) puoi usare quella che preferisci: da pacchi, da scrapbooking, non troppo spessa però, o comune carta colorata. Se inizialmente l'userai bicolore (puoi sovrapporre anche due fogli colorati) sarai facilitata. Buon lavoro e se ti va spediscimi una foto, perchè...lo vedrai nel prossimo post. Ciao, Chiara!

    RispondiElimina
  28. Davvero carini :-)
    Prima o poi dovrò cimentarmi anche io in questa arte di piegare la carta. E un sinonimo di piegare... non mi viene in mente!

    RispondiElimina
  29. Eh, certo che di cose, Claudia, ne sperimenti già parecchie, non so se avrai tempo anche per gli origami! Comunque vale l'invito, come per i mandala, a spedirmi la foto, caso mai facessi il cuore...E per quanto riguarda i sinonimi, me ne ha già suggeriti un pò Eli, troppo divertenti! Ciao, buona settimana!

    RispondiElimina
  30. Ho provato con il cartoncino bristol... troppo grosso, ne è uscito un coso che non saprei dire! Primo tentativo fallito... ma ci riproverò.
    :D

    RispondiElimina
  31. Ah, ma allora sei una "alunna" indisciplinata, Stefania! Io avevo detto carta,non cartoncino...anzi, consiglio carta sottile ma resistente. Scherzo sai, mi fa molto piacere che tu ti sia cimentataa anche in questo esperimento..Tienimi informata degli sviluppi!!

    RispondiElimina
  32. GRAZIE! Ho trovato le spiegazioni che ti chiedevo.
    GRAZIE TANTE :
    Ciao.
    emilia

    RispondiElimina
  33. Ciao, benvenuta, Emilia! Sono molto contenta che tu abbia trovato ciò che cercavi, ma... le avevi chieste a me le spiegazioni? Se ti va fammi sapere se è andato tutto liscio nella realizzazione di questo cuore origami. A presto!

    RispondiElimina
  34. Ho visto l'altro tuo commento Emilia e ti ho risposto anche nell'altro post. Perchè, visto che ora avrai imparato a fare questo origami, non partecipi alla mia iniziativa "Uniamo i nostri cuori origami" che vedi nella mia barra laterale? Basta solo che tu mi spedisca una foto del cuore realizzato. Ciao!

    RispondiElimina
  35. ciao è da poco che mi sono avvicinata all'origami , ed è stata una vera scoperta... questo cuore poi ...mi piace , ho provato subito a farlo con un semplice foglio che avevo a portata di mano, pure a quadretti , e ci sono riuscita ! Hai spiegato molto bene le varie fasi brava appena avrò l'occasione ne preparerò con carta rossa e rosa . Grazie ancora !

    RispondiElimina
  36. Ciao, benvenuta qui! E' vero, l'arte dell'origami è davvero affascinante, ci credo che tu ti sia appassionata. Sono molto contenta che ti sia piaciuto questo cuore e che ti sia riuscito bene, per me è importante avere dei riscontri su quello che spiego. Grazie a te quindi che hai voluto lasciarmi questo commento e se per caso ne avrai voglia, ti invito a spedirmi (la mia mail è sulla barra laterale) una foto del tuo cuore origami, cosicchè possa mostrarlo nel mio blog. Buon pieghettamento!

    RispondiElimina
  37. Ciao, arrivo dal Linky di Alex.
    Non ho resistito e ho provato a farne subito uno in ufficio: avevo della carta da fotocopie rosa ed E' VENUTO BENISSIMO!!!
    Come bastoncino ho usato una matita e ora ho una bellissima matita in tema S.Valentino da sfoggiare in ufficio :-)
    Grazie

    RispondiElimina
  38. Ciao Mary, come mi fa contenta il fatto che non hai resistito e l'hai realizzato subito! Chissà com'è bella la matita San Valentino...mi piacerebbe molto vederla, se ne hai voglia mandami una foto (il mio indirizzo è sulla barra) che l'inserisco in un post-raccolta di cuori. La mia contentezza è dovuta anche al fatto che non hai avuto problemi con le mie spiegazioni, meno male. Grazie a te :-)

    RispondiElimina
  39. Sorry, mi sono persa al terzo passaggio, ma non faccio testo, al momento non capisco molto l'origami , ci sto provando, prima o poi ....
    Grazie
    Ciao

    RispondiElimina
  40. Ciao Norma, non sei tu a dover dire sorry, sono io...mi dispiace molto che tu sia riuscita a seguire le spiegazioni solo fino al terzo passaggio! Se mi spieghi cosa non ti è chiaro cercherò di aiutarti: è vero che non è un origami difficile questo, ma neppure facilissimo. Non mollare, riprova guardando attentamente le pieghe e le due facce del mio foglio (sono di fantasie diverse) e non esitare a scrivermi ancora. Prima di San Valentino devi riuscirci!

    RispondiElimina