domenica 5 ottobre 2014

a un passo dal Parco della Maremma (prima parte)

Mi sembrano già lontanissime le vacanze che ho fatto, eppure non è passato neanche un mese da allora, quindi non sono ancora fuori tempo massimo per farvi vedere un po' di foto scattate, sia da me che da Maurizio, nella nostra settimana di ferie settembrine.
Abbastanza brevi, ma piuttosto fortunate dato che abbiamo avuto caldo e bel tempo, mentre in altre parti d'Italia si assaggiava un clima autunnale. Partiti senza prenotare, abbiamo trovato un alloggio proprio a un passo dal Parco della Maremma. Sarebbe stata una posizione ideale per esplorarlo in lungo e largo, ma abbiamo sempre rimandato le escursioni a favore del mare nei paraggi. Eh beh, se era bello non potevamo non approfittarne, solo che rimanda un giorno, rimanda l'altro, la vacanza è finita ed il parco era ancora lì da visitare.

il parco lì da visitare

Inizio però a raccontare proprio da ciò che abbiamo trascurato di più nella nostra vacanza. Solo una breve puntata il pomeriggio dell'arrivo, in macchina perchè era già tardi. Avendo tempo si possono però noleggiare le biciclette e credo sia un modo più appassionante, oltre che ecologico, per visitare il parco.
Di fianco alla strada che abbiamo percorso, un gruppo di maestose mucche con le corna a lira se ne stava placido a farsi fotografare


mentre più in là alcuni cavalli, soggetti meno presi di mira dagli obiettivi ma ugualmente splendidi, pascolavano tranquillamente. Sicuramente mucche e cavalli sono un pò il simbolo di questa zona.


Passando attraverso la bella pineta del parco dove i pini hanno le cime della chioma di un verde tenero e brillante, mai visti pini così da altre parti,


siamo arrivati alla spiaggia.


Una bella distesa di sabbia chiara e tanti legni sbiancati, accatastati nonostante i divieti. Una specie di villaggio indiano costellato da tante "tende", alcune davvero grandi e complesse, che di giorno mi immagino offrano, complice qualche telo da bagno, un riparo dal sole.  
Ma la  cosa bella è stato il mare al tramonto. Abitando dall'altra parte della costa non ho mai la possibilità di ammirare, quando il sole cala, riflessi d'argento come questi sull'acqua. Davvero magnetici... 



spiagge, calette e mare d'argento

Stesso mare d'argento anche nel vicino Argentario ed io mi chiedo incuriosita, se per caso il nome non derivi proprio da lì. Smentita da una ricerca su internet nei miei voli romantici, romanticamente continuo a mostrarvi un altro controluce, questa volta mio, con lo sfondo di increspature luccicanti.


Dato che la foto sopra è stata scattata a Orbetello che si trova su una sporgenza protesa verso il monte Argentario, voglio continuare con voi a gironzolare di scatto in scatto in questa zona, tra spiagge e calette che abbiamo visitato.

Partiamo dalla Feniglia? E' questa una conosciutissima spiaggia che si estende su una delle due lingue di terra, dette tomboli, che congiungono la costa con quella che un tempo era un'isola.
Come cosa particolare ha una rigogliosa ed enorme pineta alle spalle.  Non sembrerebbe una grande particolarità, visto che qui è tutto un pino, ma questa è veramente maestosa, suggestiva,



con larghi sentieri battuti che l'attraversano, canti d'uccelli in lontananza e daini...in vicinanza.


Nel secondo tombolo che tiene unito l'Argentario alla terraferma c'è un'altra lunga spiaggia più tranquilla rispetto alla Feniglia e ugualmente affascinante anche se non può competere per pineta: si tratta della Giannella.



E veniamo alle calette, piccole insenature con piccole spiagge e scogli e dato che è tutto in versione ridotta, rispetto almeno alle grandi distese di sabbia che vi ho mostrato sopra, immaginatevi cosa può succedere se a mettervi piede sono tante persone! Eh, non sempre vale la pena fare quel poco o molto di fatica in più a raggiungerle (sulla fatica di individuarle ve ne parlerò invece nel prossimo post) camminando su sentieri più o meno agevoli


se alla fine si riesce a conquistare solo un quadratino di ghiaino dove stendere il telo... Però finchè non si arriva giù non si può sapere e la curiosità di scoprire nuovi angolini ci ha sospinto ad affrontare l'incognita per tre volte.
Non me ne sono comunque pentita perchè i luoghi erano veramente belli e scusate se vi metto le foto un po' alla rinfusa, ma non è facile riordinare al ritorno calette, scatti, nomi...immaginatevi se le avessi viste tutte  ...pressapoco trenta.



   




Ma il giro al monte Argentario e dintorni non è mica finito, eh? Ci siete anche per la seconda puntata?

30 commenti:

  1. Mi consenti un po' d'invidia? io in Maremma e al Monte Argentario non ci sono mai stato!
    E settembre da un po' di anni è il mese migliore, per il clima, per andare in vacanza..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che te la consento, Costantino...anch'io ti invidio un pò quando ci racconti dei luoghi che hai visitato! Tanti non li conosco, quindi non mi posso stupire se tu non sei mai stato in questa zona della Toscana. Devi rimediare, però...magari a settembre perchè, hai ragione, è proprio un bel mese per viaggiare!

      Elimina
  2. Ciao Ninfa!
    Posti da sogno! La Toscana é meravigliosa, io frequento spesso la parte più interna ... dovrei rimediare!
    Per ora aspetto di sognarla con la prossima puntata.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Loriana, la Toscana è tutta meravigliosa...sia l'interno che la costa e le sue isole. E' sempre piacevole andarci e io ne apprezzo molto anche la cucina...Sì, ti consiglio proprio di fare un giretto da quelle parti, per ora prosegui il sogno, facendotene un'idea, col post che verrà. Ti ringrazio, un abbraccio ricambiato!

      Elimina
  3. Che nostalgia rivedere questi luoghi che tanto amo, queste sono le vacanze che adoro e il mare che mi piace. Aspetto con gioia la prossima puntata. Baci
    Emi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere di averti fatto rivedere luoghi che conosci e ami e capisco anche che ciò ti abbia suscitato un pò di nostalgia, è così quando vediamo posti a noi familiari... Se non sbaglio infatti, tu non abiti troppo lontano da questo mare, Emi. Grazie per essere stata qui per la prima puntata, sarò contenta se ci sarai anche alla prossima. Ciao, baci anche a te!

      Elimina
  4. Ho dei ricordi lontani e meravigliosi di questo magico itinerario , Ninfa mia..
    Un piacere rivederlo tra le tue foto!
    Baci serali!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono molto contenta, Nella, che ti abbia fatto piacere rivedere un itinerario che sta custodito nei tuoi preziosi ricordi. Ora lo è anche nei miei...come dicevo nel post, già mi sembra lontanissima questa vacanza! Baci pomeridiani a te!

      Elimina
  5. Posti bellissimi, Ninfa.

    Stai meglio?

    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono posti che non conoscevo, o per lo meno solo in parte e mi sono sembrati veramente belli, Gianna. Sei gentile a preoccuparti, per fortuna la mia è stata un'influenza da poco, sto già molto meglio, sì. Grazie e baci anche a te!

      Elimina
  6. Bei post e anche belle foto.Quelle meravigliose mucche bianche hanno un che di antico, non so perchè, forse le ho viste nella versione televisiva dell'Odissea.Mi piace molto la foto in controluce con quel manufatto che dev'essere un mulino, in mezzo all'acqua, quasi surreale..
    Ci sono per la seconda puntata.Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sicuramente hai una memoria migliore della mia Hyde, perchè io dell'Odissea, anche se mi era piaciuta molto, non ho trattenuto i particolari. La cosa che mi hai detto però mi ha incuriosito ed ho trovato un'immagine, una sola purtroppo, in cui si intravedono le vacche sacre e mi sembra proprio che abbiano le corna lunghe! Sì, quello della foto è un antico mulino, l'unico rimasto ed è molto bello, sono contenta ti sia piaciuto il controluce. Ciao, buon inizio settimana anche a te!

      Elimina
  7. Proprio stupende queste foto! Mi viene voglia di andarci al prossimo giro ciao, buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere di averti dato un suggerimento per il prossimo giro, Marina. Se non hai mai visto questi posti te li consiglio e poi bisogna dirlo, con la Toscana non si sbaglia. Grazie anche per l'apprezzamento ai nostri scatti, buona settimana anche a te!

      Elimina
  8. C'ero stata, sai, al Parco della Maremma. Ma parecchi anni fa. Ricordavo le emozioni provate, ma non ricordavo più tanto i luoghi, i paesaggi. Con le tue splendide foto ho ritrovato quella bellezza, l'incanto di questo luogo incredibile. Per fortuna che esiste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capita anche a me, Ambra, di ricordare le emozioni, ma non tanto bene i posti...E' stato così anche per l'Argentario: sapevo di esserci passata una volta, le sue bellissime pinete mi erano rimaste impresse, ma ricordavo molto poco. Hai detto bene parlando di incanto e sono felice che con le nostre foto tu l'abbia ritrovato. Ciao!

      Elimina
  9. Risposte
    1. Sì, lo sono veramente, Robby. Poi certo non tutto è così perfetto (e di questo ne parlerò nel prossimo post) ma sono luoghi da vedere se ancora non l'hai fatto. E anch'io poi al Parco dovrò ritornarci. Ciao e grazie!

      Elimina
  10. anch'io non ci sono mai stato Ninfa e tu mi hai fatto venire una voglia matta di andarci al più presto!!!
    Un sorriso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, allora mettilo nella lista dei tuoi viaggi futuri, Luigi! Anch'io non ho ancora visitato in Italia tanti posti che meriterebbero e quando qualcuno posta delle foto ci faccio un pensiero. Certo i più lontani devo lasciarli in fondo alla mia lista dei viaggi desiderati, ma quelli relativamente vicini sono lì ai primi posti. Come l'Argentario...Ciao, buona settimana!

      Elimina
  11. ci vorrebbe proprio una vista al parco della Maremma proprio in questa stagione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sicuro quando in certi posti ci si va in autunno c'è di bello che te li puoi assaporare in tutta tranquillità. E quando mi hai lasciato il tuo commento, Carmine, era ancora così caldo che per un viaggio in Maremma sarebbe stato l'ideale. Se non fa brutto o piove, amo molto questa stagione, purtroppo quest'anno non c'è nessun "ponte" in vista per fare un weekend...Ciao!

      Elimina
  12. conosco bene queste zone.....ed è sorta un pò di malinconia...quanto vorrei essere li....glo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace che ti è venuta un pò di malinconia, Gloria. Quando vediamo immagini di luoghi che conosciamo bene, sentiamo il desiderio di essere lì, cosa che non sempre però è possibile. Ti auguro però di poter tornare presto in questi bellissimi posti così quest'altra volta la malinconia la proverò io!

      Elimina
  13. Splendida vacanza! Ciao, Arianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, lo è stata veramente! Forse un pò troppo breve rispetto a ciò che intendo davvero come vacanza, un periodo in cui mi sento libera da ogni impegno e quotidianità, però sufficiente per fare un piccolo stacco e per vedere posti nuovi o comunque visti in passato solo di passaggio. Ciao, buona settimana Arianna!

      Elimina
  14. ci sono stata tanti anni fa e il posto mi ave a affascinata parecchio. sono felice di ritornarci grazie alle tue foto e ai tuoi racconti! Aspetto la seconda puntata....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte le sensazioni provate in un dato luogo possono essere anche molto diverse da persona a persona, sono quindi molto contenta se le condividiamo, Cristina. Per ora ci sei tornata grazie alle mie foto e al racconto, la prossima volta ti auguro di farlo di persona! Grazie per esserti messa in attesa della seconda puntata...la brutta sorpresa però è che ce ne sarà pure una terza!

      Elimina
  15. Me lo ricordo. Lo percorremmo tutto quanto nell'agosto del 1974...una meraviglia. Ora, nelle vostre foto, pare tranquillo e poetico come allora; ma sarà perchè è ottobre...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei e sei stata una grande viaggiatrice, Sandra, e quando dici "lo percorremmo tutto quanto" mi immagino proprio che l'abbiate visto palmo a palmo! Veramente una meraviglia, anch'io la penso così. Dalle nostre foto abbiamo lasciato fuori la folla, ma ce n'era molta solo in alcune calette, in generale l'ho trovato un posto tranquillo. Così la poesia è potuta venir fuori al suo meglio... La vacanza l'abbiamo fatta all'inizio di settembre e d'ottobre immagino sarà ancora più deserto. Ciao!

      Elimina