domenica 18 maggio 2014

cento passi...e non sentirli

Care amiche ed amici, sono ancora in circolazione nel mondo blogger, contenti? Non so se questa sarà solo una "boccata d'aria virtuale" e poi tornerò di nuovo ad ascoltare il fruscìo delle foglie, ma so che adesso ho voglia di parlarvi dell'incontro a Ferrara e naturalmente afferro questo magico momento al volo.

C'è da dire (un po' a mia discolpa per questo lungo periodo di silenzio) che mi sono dedicata intensamente per più di un mese ad un progetto: ho ricamato così tanto (tutti, ma proprio tutti i giorni) che il pollice si è trasformato in un gigantesco callo! E' stata dura, ma ce l'ho fatta e sono riuscita a spedire il mio lavoro per un concorso collegato ad una mostra-mercato di artigianato tessile, Tramando...Tessendo, che si terrà il 23, 24, 25 maggio a Zagarolo, in provincia di Roma. Invito quindi chi abita da quelle parti a farci un salto, io non potrò essere presente, ma voi, romani/e e dintorni, potreste portare un salutino (e un incoraggiamento) da parte mia al mio arazzo in trasferta e soprattutto ammirare le opere tessili degli altri partecipanti.

()()()()()()()()()()()()()()()()()()()()()

Allora...cento passi dicevo nel titolo. Sì, questo è il modo in cui era stato presentato l'incontro di domenica 4 maggio dalle tre organizzatrici Ambra, Erika e Sandra. Sembravano molti guardando la mappa con l'itinerario proposto dalle donzelle del web, eppure che siano stati cento o anche più, non me ne sono neanche accorta! Perchè passeggiare in compagnia, ammirando le bellezze di Ferrara non ti fa certo sentire la fatica, tanto che non ho dovuto tirar fuori dallo zaino di Maurizio neanche le scarpe comode prese dietro per precauzione.

Io questa città non me la ricordavo tanto bene, perchè l'avevo vista solo di sfuggita andando ad una mostra, ma questa volta mi è rimasta impressa perfettamente nella mente, di certo non la scorderò. Non l'ho trovata solo bella, ma anche molto rilassante: sarà che si respira un'atmosfera di città antica e che il centro, libero da macchine, era pieno di gente in bicicletta, metteteci anche il tempo che dopo alcuni giorni di stampo novembrino, ci ha voluto graziare regalandoci una giornata splendida...insomma, mi ci sono sentita proprio a mio agio. E' una città in cui, dovendo proprio trasferirmi, penso abiterei volentieri.

Ed ecco che vi propongo, con sottomano una piccola guida realizzata per noi da Erika, una sintesi fotografica del nostro tour, iniziato verso le 11 di mattina al Castello Estense, luogo in cui ci eravamo dati appuntamento noi bloggers. Attorno ad esso era stato allestito un vivace mercatino ed alcuni stand  hanno rapito in particolare la mia attenzione come quello dei garofanini, sistemati su un prato dentro a tanti cestoni. Al ritorno ne ho comprato uno rosso sfumato da regalare a mia mamma.


Il giro è continuato, tutti insieme, con la visita al Duomo. Dedicato a San Giorgio, scolpito al centro del portale mentre uccide il drago, ha una facciata davvero splendida e l'interno non è da meno, anche se non sono una grande amante del barocco. La foto sottostante è stata scattata da Stefano (Stefanodav'S Shot-Blog) e dato che lui le ha messe gentilmente a disposizione, io ne approfitto e ringrazio.


Un lato dell'edificio si affaccia su una lunga piazza rettangolare e se fossero stati presenti solo gli sbandieratori sarebbe sembrato davvero di fare un salto indietro nel tempo.


Non sono curiose queste colonnine qui sotto? Una leggenda racconta che sia stato il diavolo a conciarle così, invidioso della loro perfezione, ma le cose sono andate diversamente da come lui aveva sperato...qui la continuazione.  



 Lasciandoci Piazza Trento e Trieste alle spalle


seguo naturalmente il gruppo e, come spesso accade quando si è troppo impegnati a fare altro (leggi chiacchiere), mi distraggo un po' dall'itinerario così se dovessi dirvi da che parte siamo andati non lo saprei proprio. Tra le foto mie e di Maurizio ho comunque trovato le immagini di alcuni particolari che durante il cammino ci avevano colpito, come questa Madonnina,


l'angioletto con delle iniziali incise sotto


e l'insegna di questa via.


Una strada che ricordo assai bene è invece la Via delle Volte, veramente suggestiva con quel susseguirsi di archi.


Arriviamo infine al ristorante (e qui il languore allo stomaco si fa più consistente) dove finalmente il nostro gruppo si può dire al completo, infatti è lì che ci aspettano Krilù e suo marito Sergio


Di foto scattate durante il pranzo ne ho solo una, perchè dopo aver fotografato la tipica crocetta ferrarese


sono stata completamente assorbita dalla degustazione dei piatti...beh, quello che c'era dentro, intendo. A proposito,  ho scoperto cos'era il "pinzin": è il gnocco fritto, buonissimo!

Vi risparmio la vista degli scatti fatti a tavola da altri in cui compaio in tutto il mio repertorio di smorfie e...andiamo direttamente alle foto scattate poco prima di salutarci. Gruppo sorridentemente in posa immortalato da  me


e da Stefano.


Manca qualcosa, vero? Beh, molto più di qualcosa...sì, in questo mio post, Ferrara l'ha fatta da protagonista, ma a parte la bellissima cornice, la giornata non sarebbe stata così speciale e indimenticabile se  non ci fossero stati i bloggers! Le emozioni provate stando assieme a loro questa volta le tengo per me, perchè ho già letto tante parole dedicate all'incontro nei post di chi c'era, parole che hanno descritto meglio di come farei io cosa si sente quando le amicizie virtuali diventano realtà.

Posso solo dire che mi auguro che questo gruppo si allarghi sempre più e, una volta uno, una volta l'altro, si riesca a dare un volto, una voce, un sorriso, a tutte le persone che sono nascoste al di là dello schermo. 


Grazie quindi a chi fa sì che ci si possa ogni tanto ritrovare per consolidare amicizie e farne di nuove (parlo delle instancabili e super-organizzate Ambra, Erika e Sandra) e grazie a chi, come me, è spinto dall'entusiasmo a partecipare a queste iniziative. Precisamente in questa occasione: Ambra, Annamaria, Cristina e Alfredo, Erika e Giacomo, Mirta e Mauro, Sandra e Franco, Stefano, Luigi, Krilù e Sergio,...io...


e naturalmente Maurizio che si sta integrando sempre più tra i bloggers...che voglia fregarmi il passatempo?


P.s. Se volete leggere i post dedicati a questo nono (per me il quarto) incontro blogger, potete andare nel blog "Tra sogni e realtà"  oppure  "Nel mondo di Krilù" dove sia Ambra che Krilù li hanno linkati tutti.



17 commenti:

  1. Evviva, cara Ninfa!!!
    Sono felice di essere la prima a commentare il tuo bellissimo post e a ringraziarti per il resoconto, la scelta delle foto e l'augurio che formuli alla fine: che "si riesca a dare un volto, una voce, un sorriso a tutte le persone che sono nascoste al di là dello schermo".
    E a te, cara Ninfa, grazie di esserci!!

    RispondiElimina
  2. Mi sarebbe piaciuto venire a Ferrara, periamo di vederci tutti quanti a Milano...

    RispondiElimina
  3. Che bello il tuo report, Ninfa! Ricco di particolari, di dettagli che solo tu e Maurizio avete notato e fotografato. Proprio come dicevi tu, eravamo così "persi" a chiacchierare da "perderci" qualcuna delle bellezze di Ferrara. Ora ti inserisco nell'elenco dei post su Ferrara e sappi che da me, a parte il post che è già passato in seconda posizione, ci sono anche due gadget - che rimangono perennemente sulla colonna a destra - con i nomi dei partecipanti e i post scritti da tutti e sono "I POST DEGLI INCONTRI TRA BLOGGER" e "I PARTECIPANTI AGLI INCONTRI BLOGGER".
    Sono contenta d'averti conosciuta un po' di più:-)

    RispondiElimina
  4. un bel resoconto di una gg trascorsa in una delle città che preferisco.glo

    RispondiElimina
  5. Davvero una giornata memorabile, hai ragione. E tu racconti con particolari che altri non hanno notato. ...bravissima. Sono contenta anch'io di ritrovare ogni tanto dal vivo questo bel gruppo di amici che di solito sono dall'altra parte di un video. E il gruppo si allarga sempre un po' di più! Spero di riuscire a postare di nuovo e presto. Mi manca.

    RispondiElimina
  6. Che piacere rileggerti! Gli incontri fra blogger sono sempre bellissimi, fa piacere condividere le passioni che animano i nostri blog dal vivo!
    Anche il mio di blog sta andando moooooolto a rilento, anche perché così com'era mi aveva un po' stancato e quindi gli sto dando un giro di vite, ma il richiamo dell'aria aperta è troppo forte!
    Ciaooooo e a presto

    RispondiElimina
  7. Cara Ninfa, grazie per questo post in cui ci gratifichi.Senza voi bloggers non avremmo potuto realizzare questo nostro sogno.E' stato bello incontrarci ancora una volta, passeggiare e scambiare qualche pensiero. Un abbraccio da Bari.

    RispondiElimina
  8. bellissimo questo reportage!!!!!! ciao, torna presto :-D

    RispondiElimina
  9. che bel resoconto,si capisce che è stata una giornata fantastica per te.Che belli questi incontri!!

    RispondiElimina
  10. Una giornata speciale insieme, splendido riviverla nel tuo racconto.
    Un saluto a te Ninfa ed anche a Maurizio
    Buona notte
    Stefano

    RispondiElimina
  11. è stata una gioia conoscerti "dal vivo" Ninfa: sei proprio come mi aspettavo, e Maurizio è proprio una bella persona!!!
    Spero che avremo ancora occasione di incontrarci
    A presto

    RispondiElimina
  12. Mi è proprio piaciuto questo reportage, l'idea di incontrare altre blogger mi attira.....chissà che prima o poi non riesca a farlo.

    RispondiElimina
  13. bel post, belle fotografie....avete fatto un bellissimo incontro.

    RispondiElimina
  14. Ne è già passato tanto di tempo da questo incontro blogger...se aspetto un altro pò a scrivere un post, farò il resoconto del prossimo! Anche se in vergognoso ritardo vi ringrazio tutti, amiche e amici bloggers, di essere passati dal di qui e dal di là, intendo Ferrara, per chi c'era quel giorno. E' molto bello rivedere chi già si è conosciuto in precedenza e incontrare qualcuno di nuovo, di cui magari non si conosceva neanche il blog oppure, può capitare, qualcuno dei nostri lettori. Questo giro è stata la volta di Luigi, per esempio.
    Con questo mio racconto fotografico spero proprio di avere invogliato chi ancora non si è "buttato nella mischia". Ed ora vi saluto con la promessa di sentirci presto. Ciao!

    RispondiElimina
  15. buon lavoro ma ogni tanto pensaci

    RispondiElimina
  16. Certo Carmine, magari non sembra, ma vi penso, vi penso... Buon lavoro anche a te, ciao!

    RispondiElimina