lunedì 3 giugno 2013

il bastone dello sciamano




E' da tempo che non vi presento un gioco ed anche se non ne costruisco più, posso comunque pescarne un altro dalla sportina che contiene quelli realizzati anni fa per dei laboratori. Lo spunto per aggiornare questa categoria me l'ha dato Mammabook. Ho partecipato infatti alla sua bella iniziativa Raccolta di riciclo creativo per bambini a cui ora aggiungerò anche questo link. Andate a vedere, cliccando sul banner,  quante belle cose si possono fare con o per i bambini utilizzando materiale di recupero!



IL BASTONE DELLO SCIAMANO



Quello che vorrei presentarvi in questo post è un gioco sonoro. Se vi ricordate, l'ultimo era stato "lo schiaffo volante", un simpatico scherzetto rumoroso. Oggi invece viaggiando sulle ali del tempo andiamo a trovare quello che nelle società primitive veniva considerato una persona di grandissima importanza: lo sciamano. Sacerdote, guaritore, saggio...vediamo se questo bastone regalerà anche a voi oltre alla suggestione del suono, qualche potere soprannaturale?

immagine scaricata dal web


La spiegazione per realizzarlo l'ho trovata nel libro Laboratori creativi ed. Juvenilia. Io ho apportato una modifica e mi sembra che sia venuto bene anche così.

Non vi posso purtroppo mostrare le varie fasi del lavoro, poichè come vi ho detto prima, questi strumenti li avevo già realizzati, però visto la facilità di esecuzione non dovreste incontrare difficoltà. 

Occorrente: una bottiglia di plastica da mezzo litro vuota, un tubo in cartone (tipo quelli in cui è avvolta la pellicola trasparente, carta da forno ecc...più piccoli di diametro e resistenti rispetto a quelli per carta da cucina) *, ritagli di scotch colorato, pennarelli a tempera acrilica, un paio di forbici.

*Nel manuale al posto del tubo veniva usato un bastone, ma secondo me, a meno di non avere una scopa rotta in casa, è più difficile reperirlo.

 

Come si fa:
 
Tagliate la bottiglia a circa 12 cm. dal tappo.
Con le forbici praticate dei tagli verticali partendo dal bordo tagliato fino ad arrivare al collo. Le striscioline dovranno essere piuttosto strette e all'incirca tutte uguali.



Ora, dopo aver tolto il tappo, infilate la bottiglia dalla parte del collo dentro al tubo di cartone, incastrandola per benino.

Il vostro strumento-giocattolo è pronto, però...



Ecco come lo si abbellisce:
 
In quest'ultima fase del lavoro siete liberissimi di utilizzare l'occorrente che preferite per decorare lo strumento.
Se volete invece seguire le mie indicazioni, ricoprite il tubo con lo scotch, ritagliato in modo da formare dei motivi.


Colorate infine con i pennarelli acrilici le striscioline di plastica del "pennacchio".



Come lo si suona:

Facilissimo, basta agitarlo...sentito che bel fruscio?




19 commenti:

  1. Ciao Ninfa, certo che i tuoi post sono decisamente tra i più belli. Assolutissimamente, come gestisci la tua fantasia, anche in questo caso. Inusitato progetto, per un usitato risultato! Complimenti. NI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai, Nives...io ti ringrazio, ma non penso di meritarmi questi complimenti! Sull'inusitato progetto (copiato, come ho scritto citando la fonte)sono d'accordo con te, sul suo risultato...beh, quello non posso certo dirmelo da sola. Ciao e grazie di nuovo!

      Elimina
  2. Davvero qui la fantasia e la creatività non manca! Un salutone! ^___^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non manca qui (e ti ringrazio Raffaella, sei gentilissima) e non manca di certo nei progetti presentati nella raccolta di riciclo creativo. Tutti bellissimi, vale la pena farci un giro! Salutone ricambiato :-)

      Elimina
  3. Allora...se mi dà dei poteri magici, lo faccio subito! bellissima idea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tu ce li hai già i poteri magici, Alessandra...altrimenti non dipingeresti i mondi incantati che fai!

      Elimina
  4. Al solito mi posti mentre ti penso, avevo intravisto l'anteprima e stavo per passare... ti inserisco appena ho due minuti... ho avuto una giornata alluncinante!
    Si

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, siamo sintonizzate, allora...Fai pure con calma ad inserire il post Silvia, non ho mica fretta e so quanto possono essere allucinanti certe giornate! Ciao, grazie di essere passata ed anche di avermi dato lo spunto per aggiornare il gruppo dei giochi, ultimamente un po' in disuso...

      Elimina
  5. Risposte
    1. Grazie Carmen, mi fa molto piacere che tu abbia apprezzato questo strumentino...facile da fare e, cosa sicuramente di rilievo, realizzato con materiale di recupero. A presto!

      Elimina
  6. cara mia, questo te lo copio subito per dei laboratori con bambini che sto tenendo, un bellissimo progetto.
    Per quanto riguarda il Calendar Journal...sto davvero facendo una tremenda fatica a scrivere qualcosa, ma non mi arrendo e proseguo con le pagine.
    Sto pensando di scansionarle e, con qualche piccola modifica, trasformarle in un calendario da parete da regalare a natale agli amici...che dici potrebbe essere apprezzato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felicissima di essere copiata, Daniela...anch'io in fondo ho copiato da un libro che ho in casa.
      Ti capisco bene riguardo alla fatica di proseguire col calendario. Io a differenza di te, scrivo volentieri nelle caselline, ma a volte mi capita di saltare i giorni e poi...vatti a ricordare! Per me è un pò più dura preparare i vari paginoni: a volte faccio mascheroni tremendi difficili da rimediare.
      Mi piace molto la tua idea di trasformare questo progetto in un calendario vero, sarebbe un regalo apprezzatissimo! Anch'io avevo pensato di usare le pagine in qualche modo, ma bisogna avere un pò di pratica coi programmi digitali appositi.
      Buon lavoro, se poi decidi di proporre ai bambini qualche strumento tra quelli che ho proposto finora, ricordati di scattare una foto e di spedirmela!

      Elimina
  7. Che idea carina Ninfa... sei bravissima, grazie per l'idea!!
    Un abbraccio e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Betty, grazie a te dei complimenti! Ho in casa talmente tante cose realizzate anni fa coi bambini che potrei andare avanti ancora parecchio presentandole...Anche se non posso mettere un tutorial "fresco", dato che sono già bell'e fatte, mi auguro che, seguendo la spiegazione scritta, i miei lettori grandi o piccoli riescano a riprodurle. Un abbraccio anche a te!

      Elimina
  8. Noto con piacere che, tra linky party e raccolte riciclose, ci stai riprendendo gusto a fare caplino da queste parti! Sono contenta e grazie del tuo commento!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu noti con piacere ed è vero che mi è tornato l'entusiasmo: linky, raccolte, nuovi post...mi son ributtata nel blog a capofitto ed avrei sicuramente partecipato anche alla tua bella iniziativa, Clara, se non fosse terminata ieri (almeno mi pare sia così). Però ultimamente ho veramente esagerato col "virtuale" ed ora sento il bisogno di disintossicami un pò. Non starò lontana a lungo comunque...baci anche a te e grazie del tuo ringraziamento, è un piacere visitarti nel tuo blog!

      Elimina
  9. fantastico questo, lo farò per i miei nipotini!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Marina. Spero che susciti lo stesso entusiasmo anche nei tuoi nipotini, buon divertimento!

      Elimina