giovedì 17 gennaio 2013

SOUNDTRACK OF MY LIFE: 1964-'65

Questa volta si va davvero molto, molto indietro per l'appuntamento con Soundtrack of my life, l'iniziativa proposta da Attimi di Letizia. Da bambina mi piacevano le canzoni di Rita Pavone, erano così allegre ed orecchiabili e lei era un concentrato, e si può dire visto che era davvero in miniatura,  di frizzante energia. Così quando in televisione è iniziato "Il giornalino di Gian Burrasca" (mi viene il dubbio che fossero già le repliche, però...) non me ne perdevo una puntata.  Un pò perchè era tratto da uno dei miei libri preferiti e un pò sicuramente, perche c'era lei. Lei che col suo visino aguzzo e quell'aria scanzonata ben si prestava ad impersonare la parte di quel monello di Giannino, se non fosse stato per quei "piccoli particolari" che le casacche maschili indossate non riuscivano a nascondere... Chissà, magari stava anche lì, nella  candida, ma ambigua identità del protagonista, il fascino di questo sceneggiato.

 A proposito...ho visto che lo stanno ritrasmettendo in seconda serata su Rai 5 e la mia scelta di oggi dipende sicuramente da quella piacevole rispolverata ai miei ricordi televisivi, anche se nel mio cuore il ricordo di Gian Burrasca- Pel di carota non si era mai negli anni appannato. 

immagine scaricata dal web
Per questo giovedì musicale ho scelto una canzone famosissima...vogliamo scommettere che la conoscono anche i più giovani tra voi? E' "Viva la pappa col pomodoro", scritta dalla regista stessa, Lina Wertmuller, su musica di Nino Rota. Una sorta di inno di ribellione contro la tirannia delle "dodici minestre di riso in una settimana" propinate in collegio.


buon ascolto o, a seconda dell'età, buon ri-ascolto!


26 commenti:

  1. io adoravo Gianburrasca! mi pare che il sabato lo ritrasmettano su un canale RAI...4-5-...boh?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara, piacere di risentirti. Eravamo in tanti ad adorare Gian Burrasca! Sì, lo ritrasmettono su Rai 5, alla sera un pò tardi...il sabato? Forse, ma non te lo so dire. Alcune puntate comunque le ho guardate, è stato bello rivederle a tanti anni di distanza.

      Elimina
  2. Un bellissimo RI-ascolto per me. Penso di avere visto lo sceneggiato alla sua prima uscita...data la mia età. Che ridere le direttrice che camminava sulle ginocchia!Mi pare fosse Bice Valori...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, anch'io Sandra nel '64 non ero proprio una neonata...però, essendo ancora piuttosto piccola, dubito che mi lasciassero guardare lo sceneggiato: la prima volta, ho letto, è andato in onda la sera.
      Che forte Bice Valori (sì, era proprio lei)che camminava sulle ginocchia, era uno dei personaggi più divertenti. E poi le puntate ambientate in collegio sono state per me quelle più belle. Ciao!

      Elimina
  3. Per me è un Ri-Ascolto pieno di poesia e di nostalgia. Quant'era simpatica Rita Pavone, giovane, spontanea, spensierata, almeno all'apparenza, Me le ricordo tutte le sue canzoni: Il ballo del mattone, Cuore, La partita di pallone e via dicendo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non siamo poche nel gruppo ri-ascolto...e tutte ricordiamo "Il giornalino" con grande piacere e nostalgia. Rita Pavone era una ragazza semplice e spontanea, dotata di grande simpatia, ed anch'io ricordo molto bene le sue canzoni, in casa avevamo infatti alcuni suoi dischi. Ciao, Ambra.

      Elimina
  4. anch'io ne ho un ricordo chiarissimo eppure avevo solo 4 anni, probabilmente mi sono vista anche tutte le repliche che hanno fanno in seguito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, bisogna dire che allora, quando eravamo bambine, i programmi, pochi e in bianco e nero, avevano un impatto molto più incisivo. Anch'io infatti ne ho un ricordo molto chiaro, ma non saprei dire se risale alla prima o alle repliche del '73. Addirittura ho letto che ce n'è stata una anche nell'82...Ciao,Daniela.

      Elimina
  5. Bellissimo! Il giornalino lo avevo letto ma la Rita è un mito!Ciao Ninfa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, uno di quei casi in cui non si rimane delusi dalla trasposizione televisiva...la Rita di Giannino ne ha fatto una figura indimenticabile! A me comunque aveva molto colpito anche il romanzo di Vamba, che forse inizialmente, quando ancora non sapevo leggere molto bene, avevo solo sfogliato ammirandone i disegni. Ciao, Mariarita.

      Elimina
  6. È subito allegria con qs musica ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, è un brano molto allegro che ho cantato tantissime volte da bambina...Certo in te non avrà suscitato nostalgie e ricordi (se non sbaglio sei molto più giovane di me) ma spero che sia stato ugualmente piacevole da ascoltare. Ciao, Antonella...una bella iniziativa la tua, lo ripeto :)

      Elimina
  7. Anch'io non mi sono persa una puntata di Gianburrasca! Anche il libro è così bello, con le illustrazioni quasi tutte in bianco nero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà, magari abbiamo guardato delle puntate anche assieme...il più è ricordarselo! Il libro l'ho ancora ed hai ragione, Alessandra: è molto bello anche grazie alle stupende illustrazioni (a china?). Penso che inconsciamente abbiano influenzato anche il mio modo di disegnare...beh, io sono rimasta a livelli molto più bassi, naturalmente. Ciao!

      Elimina
  8. la canzoncina l'ho insegnata alla mia nipotina francese,un modo tra i tanti per insegnarle l'italiano,e se la ricorda sempre,me la canta anche al telefono.
    Anche io ho seguito con piacere Rita Pavone,ma quanti anni sono passati?
    un bacio Ninfa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, che bellezza dev'essere questa nipotina che al telefono canta, con la erre francese, viva la pap pa pap pa col po po po po po po pomodoro... Quanti anni sono passati da quando seguivamo Rita Pavone? Meglio non pensarci, Graziella...anche se la data nel titolo del post parla chiaro...Un bacio anche a te e alla nipotina!

      Elimina
  9. Chi ha la mia età la conosce sicuramente, anche per aver visto la Rita in televisione nel personaggio di Gianburrasca. Sai, lei, Celentano, Modugno, Morandi ecc. ecc. erano i cantanti con i quali, noi settantenni, abbiamo imparato a ballare (in modo particolare "il ballo della mattonella" - lol -). Grazie per questo ricordo di gioventù e buon proseguimento per il 2013.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Elio. Sono contenta che rivedere questo spezzone, sia stato anche per te un piacevole ricordo. Anche se sono più giovane, ascoltavo anch'io i famosi cantanti che hai citato. Con la differenza che il ballo della mattonella, me lo ricordo bene, lo ballavo anni dopo su canzoni tipo "If you leave me now"... Grazie anche a te per aver rinverdito questi emozionanti ricordi di ragazza. A presto!

      Elimina
  10. Anche per me è un piacevole RI-ascolto, che mi riporta vorticosamente indietro nel tempo.
    Avevo letto alle Medie il libro che raccontava le birichinate di Giannino Stoppani alias Gianburrasca e dopo qualche anno nessuno meglio della simpaticissima Rita Pavone avrebbe potuto riproporlo in TV.
    Evviva il revival!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con questo video facciamo proprio un bel salto all'indietro! Anche tu allora hai scoperto il libro e poi hai seguito le sceneggiato alla TV...come me, anche se non ci giurerei, magari ho fatto il contrario. La Pavone è stata uno splendido, indimenticabile Giannino, una scelta coraggiosa visto che Rita non aveva nè l'età, nè lo stesso sesso di Gian Burrasca...Evviva il revival che ci fa un pò sognare!

      Elimina
  11. anch'io non me ne perdevo una puntata!!!!! bella scelta!!! ciao, buona settimana!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marina, mi fa piacere che hai gradito la mia scelta...ho paura che per questi "Soundtrack of my life" vi trascinerò spesso nel passato, prossimo o remoto che sia. Chi dei bambini di allora non ha guardato quelle mitiche puntate? Ciao, buona settimana anche a te!

      Elimina
  12. Gianburrasca me lo ricordo, non ne perdevo una puntata! Così come "La freccia nera" che guardavo con un'amica e insieme cantavamo a squarciagola la sigla iniziale. ahahahahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu, Eli? Ah, ma vedo che siamo un bel gruppo...Gli sceneggiati di allora ce li abbiamo stampati ben bene nella memoria, sarà che la televisione era quasi un oggetto "magico", anche se in quegli anni aveva avuto una grande diffusione! La freccia nera? Che ricordi...mi sa che mi ero presa perfino una cotta per il bell'Aldo Reggiani. E' emozionante andare a risentire, a distanza di tanto tempo, le due sigle...

      Elimina
  13. Buon inizio di settimana! Un carissimo saluto per te!

    █▀█▀█ █║║║█░░▓▀▀ ▓▀ ▓
    ║║█║║ █║║║█░░▀▀▓ ▓▀ ▓__/)__./¯”"”/’)
    ║║▀║║ ▀▀▀▀▀░░▀▀▀ ▀▀ ▀\)¯¯\)¯\_„„„„\)
    █▀▀▀ █▀▀▀█ █▀▀▀▀ █▀▀▀ █ █▀▀▀█ █║║║ █▀▀▀▀
    ▀▀▀█ █▀▀▀▀ █▀▀▀║ █║║║ █ █▀▀▀█ █║║║ █▀▀▀
    ▀▀▀▀ ▀║║║║ ▀▀▀▀▀ ▀▀▀▀ ▀ ▀║║║▀ ▀▀▀▀ ▀▀▀▀▀
    ________██▓▓████▓████
    _____█████▓▓█████▓████
    ___███████▓▓█████▓█████
    __███████▓▓███████▓████
    _███████████▓▓██████▓██
    _██████████__▓▓▓▓▓████▓
    _█████████▓________▓▓██▓
    _█████████▓_[█]________██
    ██████████▓_______[█]_ ██
    _▓█████████____=_____███
    __▓████████__________███
    ___▓██♥♥███____♥____███
    _████▓███________█████
    _██████▒▒▒▒♥▒▒▒█████
    __ ███▒▒▒███▒███▒▒███
    ___██▒▒██████████▒▒██
    ___█▒▒__█████████ ▒▒█
    ____▒▒___ ███████_ ▒▒
    ____▒▒__█▒▒███▒▒█▒▒
    _____▒▒███♥♥♥♥♥███▒
    ______█████████████
    ____██████████████

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mirta per questo simpatico regalo virtuale, una dedica davvero molto dolce. Contraccambio il carissimo saluto, ti verrò presto a trovare sul tuo blog!

      Elimina