venerdì 21 settembre 2012

nella luce morbida di settembre

In mezzo a tante voci, 


mi sono ritagliata


 uno spazio


 di silenzio interiore



 e con la mia compatta



 ho dialogato


 con gli oggetti. 




Chi ha detto che le cose non parlano?

29 commenti:

  1. Ciao Ninfa, belle foto.
    Grazie per aver condiviso questo tuo spazio intimo di riflessione

    RispondiElimina
  2. Quando vieni a trovarmi, mi dici cosa ti hanno detto! le cose parlano, eccome!!!Bellissime foto!

    RispondiElimina
  3. splendidi ritagli !!! viste individuali!!! Mi piace sapere da informazioni a lato che ti piace anche la grafica ed il foto ritocco!!

    RispondiElimina
  4. gli oggetti, le cose, hanno un loro proprio linguaggio, ma ci vuole una particolare sensibilità per poterlo comprendere e tu dimostri di averla

    RispondiElimina
  5. Ciao Ninfa!
    Ma che belle foto....davvero morbida la luce, mi piace molto la 4°, quella con la bottiglia o un barattolo in trasparenza..Complimenti <3

    RispondiElimina
  6. Eccome se le cose parlano....però bisogna saperle ascoltare e capire....Foto bellissime!!!!Complimenti!
    Buon week-end!Ciao Micol

    RispondiElimina
  7. Penso che tutto abbia una vita ed "un'anima" e che a suo modo parli.. e tu sei stata capace di essere un'ottima ascoltatrice.

    RispondiElimina
  8. gli occhi per vedere, le orecchie per sentire e il tuo cuore per vedere e sentire MEGLIOOO!!!!
    Grazie.
    Ciao. e Smak
    emilia

    RispondiElimina
  9. Ah, a me piace tanto la prima: il bicchire con un pochetto d'acqua e il pane in trasparenza.
    Ancora smak.
    emilia

    RispondiElimina
  10. mi pare invece che abbiano molte cose da dire se inquadrate nella luce giusta!!!

    RispondiElimina
  11. intimità, serenità, quotidianeità ecco cosa mi hanno ispirato le tue foto...

    RispondiElimina
  12. Parlano e come......hanno tante storie da raccontare e poi non parlano mai a sproposito come invece fanno troppo spesso gli umani.........
    Un abbraccio
    Emi

    RispondiElimina
  13. Parlano eccome! Queste foto ci dicono della tua anima, del tuo sentire nel momento in cui le hai fotografate e ne hai fatto la scelta.

    RispondiElimina
  14. Basta saperle ascoltare in modo speciale quando si cammina nella natura. Le tue foto, a loro turno, ci dicono quanto tu sia brava a comprendere le cose che ti circondano. Alla prossima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bellissima sequenza di foto...una bella forma di meditazione. Certo che tutto parla!!!! trovo fantastico questo tuo post diverso dalla normale informazione artigianale. CCiao, buona settimana!

      Elimina
  15. Un dialogo intimo, piccoli oggetti che dicono tante cose.
    A me personalmente parlano di autunno, di tempi dilatati, di tepore e di dolce far niente.
    :))))))

    RispondiElimina
  16. le tue immagini parlano di relax...eh sì

    RispondiElimina
  17. Buona domenica a tutti e grazie per le vostre parole, è sempre molto interessante leggere il vostro punto di vista.
    Non sapendo in che occasione e dove è stata scattata questa sequenza di foto, ognuno ha potuto pensare a luoghi differenti...mi ha anche sorpreso leggere parole come intimità, meditazione, tepore, relax, quotidianità, poichè la situazione era invece molto affollata (un tavolone per un festeggiamento) e il posto fotografato un ristorante sulla spiaggia. Eppure dipende tutto da come si guarda all'ambiente che ci circonda, i nostri sguardi possono trasformarlo.
    In situazioni del genere, piacevoli, ma anche un pò "faticose" per chi come me non regge troppo tempo a tavola, fare una pausa, prendermi uno spazio personale, per me diventa un bisogno. In fondo c'è chi fa la "pausa sigaretta", beh, io che non fumo ho fatto quella fotografica.
    Sul fatto che le cose parlano vi ho trovato tutti concordi e mi fa molto piacere. Le cose hanno un'anima, come dice Daniela, parlano perchè raccontano delle storie, ci danno informazioni (la zucca riconduce subito alla stagione, ad esempio) perchè si associano a nostri ricordi, parlano attraverso le emozioni che ci suscitano...sì, basta saperle ascoltare e sono quasi più chiacchierone di me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bell'idea che hai avuto a fare questo post! Mi è piaciuto anche quello che hai scritto! ;-)

      Elimina
    2. Grazie, sei molto gentile, Clara! Mi è piaciuto anche quello che mi hai scritto tu ;)

      Elimina
  18. verisssimo!
    ...anche a me piace fotografare i particolari
    :)
    emme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che tu sia d'accordo con me, anzi con noi a giudicare dai commenti precedenti e che anche tu ami "ritagliare" le vedute... Benvenuta nel mio blog e piacere di conoscerti Emme, verrò presto a trovarti :)

      Elimina
  19. le cose parlano eccome, poi le nostre...figurarsi che chiacchere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, bene...se me lo dice anche lo psicologo allora posso star tranquilla. Le nostre cose poi, come dici tu, sono ancora più chiacchierone delle "estranee" che ho fotografato. Sarà per quello che faccio così fatica a buttar via le mie vecchie cose...ciao, Soffio!

      Elimina
  20. ... una bella poesia... di immagini

    teresa

    RispondiElimina
  21. Ciao Teresa, sono contenta di "rivederti" nel mio blog, spero che l'estate, lavorativa e non, sia andata bene! Grazie per i tuoi complimenti, fa sicuramente molto piacere essere considerata una poetessa di immagini!

    RispondiElimina
  22. Grazie Adriana, sono contenta che il mio post ti sia piaciuto! Anche con una macchinetta come la mia a volte riescono foto decenti...ciao!

    RispondiElimina