sabato 9 giugno 2012

dai monti al mare con finale poetico

Che la mia città si trovi in posizione strategica, tra monti e mare, è una gran bella cosa, così alla domenica si può scegliere se rilassarsi in mezzo al verde con il sottofondo delle rane gracidanti nel torrente oppure stendersi sotto al sole cocente cullati dal rumore delle onde sulla battigia. Certamente i monti distano un pò di più rispetto al mare, però a me e Ma. domenica scorsa ci è preso un forte "mal di montagna" e così, via.... 6o chilometri e in un lampo (si fa per dire) a Bagno di Romagna!


Una passeggiata a Bagno di Romagna...

L'intenzione, una volta arrivati là, era di fare un giro a piedi, ma non volevamo stancarci troppo, così ci siamo fermati poco prima del paese da dove parte il sentiero che conduce alla Fonte del Chiardovo, dove tempo fa avevo fotografato questo cervo di foglie. La stradina asfaltata che costeggia il torrente è molto agevole e non troppo lunga, qualità che in certi casi sono più che sufficienti, ma quel che c'è di bello è che questa passeggiata è davvero rilassante:  i prati, il ruscello, le case...tutto lì intorno trasmette una sensazione di serenità. In poco tempo e con poca fatica eccoci arrivati alla fonte.


L'acqua che esce dalla bocca del leone è fresca, limpida e...paurosamente cattiva... il nome parla chiaro! Sì, è vero che dicono faccia bene, ma io non riesco proprio a superare il primo impatto: alla mia mente si riaffacciano le smorfie (naso tappato, occhi strizzati e bocca raggrinzita) che facevo in quel vecchio filmino, nel tentativo di assaggiare le acque di Fratta Terme, ancora più terrificanti di questa qui.


Ma. comunque queste acque sulfuree le apprezza molto e se ne porta sempre a casa una bottiglietta-ricordo. Al ritorno, veniamo accompagnati per un pò dal gracidare delle rane e riusciamo ad avvistarne una sul fondo del torrente.


E poi, un pò più in giù, ci facciamo una bella partitina a dama. Niente giochi tascabili con noi, ma una bella scacchiera formato gigante su due tavoli posti a lato del sentiero. Da quant'era che non ci giocavo... 


...e si vede...partita clamorosamente persa! Mah, a dire il vero non son mai stata molto brava a questo gioco.


Che meravigliosi prati verdi!


C'è un merlo là sulla rete, ma se ne fugge subito via. Arriva la "merla" e sembra che, vanitosa, ami mettersi in posa per noi. Posiamo anche noi, reciprocamente, per una foto, ma io, visto gli esiti, concludo che quella dell'ora pranzo è la luce peggiore che ci sia...meglio aspettare il tramonto...meglio ancora la notte. Senza flash, però!


A pranzo poi andiamo in paese, deserto a quell'ora, e si intuisce il perchè.


E per finire la giornata, sonnecchiamo beatamente su un prato.


Per finire la giornata?! Ma no, no, la nostra giornata non è affatto finita!


...e poi a Cesenatico, con finale poetico

Al ritorno, invece della superstrada, imbocchiamo la strada vecchia, certamente più panoramica, ma tutto un turbinio di curve che, una volta giunti a casa, sortiscono un effetto soporifero: Ma. di nuovo a sonnecchiare ed io non sono da meno...con un occhio aperto e uno chiuso però, poichè la giornata è ancora tutta da vivere. C'è un appuntamento a cui non voglio assolutamente mancare, tiriamoci su!
Con un bel pò di ritardo rispetto all'orario stabilito, riprendiamo la macchina e ci dirigiamo verso il mare, stavolta: a Cesenatico ci aspetta un recital di poesie (qui potete vedere il programma della manifestazione "Il porto dei poeti"). 


 Di sicuro il recital non aspettava noi, infatti entrando nella casa del poeta Marino Moretti, mi arrivano le voci recitanti delle poetesse, provenienti dal cortile, Mercadini  invece dev'esserci già stato...peccato, non sono ancora riuscita a vederlo.
Troviamo posto in piedi lungo il corridoio e dal di lì seguiamo, per quanto è possibile, lo spettacolo. Un coro di belle voci femminili ( La Società poetica, arte della Lingua materna), ognuna col suo timbro particolare, fanno vibrare l'aria di emozioni e, a creare quell'atmosfera quasi intima da salotto all'aperto, contribuisce anche l'intercalare di brani eseguiti dagli allievi della Scuola di musica Caimmi. L'ha  frequentata anche Ma. per un pò di tempo, più di dieci anni fa.
La visuale non è del tutto libera, ma a un certo punto mi giunge all'orecchio una voce che mi è già diventata familiare: sta recitando una poesia in dialetto, un dialetto che suona diverso dal mio...è sicuramente Krilù! La sua "La mi ca" (che vi trascriverei volentieri se solo non avesse quegli strani accenti che non so dove andare a pescare) mi è piaciuta moltissimo ed è stato bello ascoltare la sua voce avvolgente e piena. No, non potevo proprio mancare...
Al ritorno, avvicinandoci a piedi al parcheggio dove avevamo lasciato l'auto, mi sono fermata a guardare ancora una volta il canale trasformato dalla luce calda del tramonto. Non è poesia pure questa?





25 commenti:

  1. Bellissimi luoghi!
    Bellissima gita, ti invidio con affetto!
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  2. Come la invidio, la tua posizione strategica... e ricordati che fra un po' potrei capitare da quelle parti... :-))

    RispondiElimina
  3. Ho letto con emozione il racconto di questa tua domenica speciale fra mare e montagna. Una giornata in cui, pur in piccola parte, sono entrata anch'io.
    Voglio ripeterti anche qui, come già ti ho detto a voce, quanto mi ha fatto piacere la presenza tua e di Ma. alla nostra performance poetica. Mi spiace solo che abbiate dovuto "sorbirvela" in posizione disagiata, in piedi e con scarsa visuale, ma il giardino di Casa Moretti non è molto grande e il pubblico era numeroso.
    Un grazie per questo post e un caloroso abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Ciao Ninfa, sono stata spesso a Bagno di Romagna, con i bambini piccoli ad avventurarci per il sentiero degli gnomi, ma anche tante altre volte dopo!
    Sono posti davvero rigeneranti per sentire un po' di fresco quando in pianura fa troppo caldo.
    E a Cesenatico siamo stati poche ore fa al porto canale a mangiare il pesce...a respirare il profumo del mare...
    Mi incuriosisce e mi fa piacere sapere che c'è un angolo chiamato "il porto dei poeti" dove si possono gustare momenti di poesia e cori di voci femminili e anche la nostra amica Krilù...
    Cesenatico è sempre più sorprendente ogni giorno che imparo a conoscerla!
    Grazie per avere condiviso la tua giornata!
    Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  5. Ciao Ninfa. Una giornata stupenda. I posti che riesco a immaginare dalle tue fotografie sono qualcosa di unico, così belli da riscaldare il cuore.

    RispondiElimina
  6. quante cose avete visto...bel reportage...chissà cosa combinerete domani

    RispondiElimina
  7. Che splendida gita cara.. è da tanto che non ci sentiamo. La mia vita ultimamente è frenetica e ho poco tempo per scrivere sul mio blog e altrettanto poco per far visita alle amiche blogghine. Tra poco però tutto tornerà come prima..
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Una giornata ben spesa e piena di tante cose. Una partitina a dama me la sarei fatta anch'io perché ero bravo in questo gioco. Un po' meno a scacchi, ma lì era mio figlio che eccelleva. Buona domenica.

    RispondiElimina
  9. ciao ninfa, come stai? ecomi di nuovo qui. è stato un periodo complesso! :) anche io in questo momento ho una gran voglia di montagna che peraltro è vicina. certo che che se ci fosse anche il mare vicino sarebbe davvero fantastico :) ma non ci lamentiamo non è poi così lontano! ciao ciao a presto

    RispondiElimina
  10. Beata, che abiti in un bel posto, devo ammettere che anche a Milano ci sono angoli deliziosi, ma non in mezzo al verde!!! ciao e buona domenica

    RispondiElimina
  11. Che bei posti, tranquilli: in fondo una serata di poesia è la giusta conclusione di questo tipo di giornata.Complimenti a te e a krilu'. Saluti alla tua mamma.

    RispondiElimina
  12. che bello! l'ultima immagine è pure una forma di poesia proprio come hai detto!!!! Ben tornata!

    RispondiElimina
  13. Ciao a tutti, in modo particolare a chi non "vedo" da un pò, so benissimo che il tempo per far tutto è sempre poco...
    In effetti la scorsa domenica è stata molto piena, una di quelle da ricordare e se a Bagno ci vado piuttosto spesso (come Cristina anch'io a cercare il fresco) a Cesenatico per un evento del genere non c'ero mai stata. Grazie quindi a Krilù che me lo ha fatto conoscere: è stata una cosa molto bella ed emozionante che per me sta continuando con la lettura del loro libro ("La lingua che ci accade" Società poetica di Ravenna).
    In molti, nonostante le foto che non sono niente di speciale, avete apprezzato i posti che vi ho mostrato, di sicuro è una fortuna vivere qui, ma l'Italia è tutta bella, quindi anche voi avrete vicino delle località altrettanto piacevoli da visitare.
    Visto che la mia costa è anche un luogo di vacanza, se capitate da queste parti, speditemi una e-mail con un pò di anticipo, così mi tengo libera per vedervi, mi farebbe piacere!
    Oggi io e Ma. (che, lo dico per le ultime arrivate, è il mio "lui") abbiamo trascorso una domenica di pura pigrizia...chi reggerebbe sempre a quei ritmi?! A presto e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  14. Bella gita! Io ti invidio il mare! Anche se non dovrei lamentarmi perché in poco tempo posso raggiungere il lago ma....non ci si accontenta mai!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  15. Sì, è stata una bella gita rilassante, certo a voler camminare un pò di più nella zona ci sono escursioni anche più interessanti, ma ho una caviglia un pò malandata e non potevo esagerare. Sono andata a vedere nel tuo profilo dove abiti: non avrai il mare vicino, però sei circondata dai laghi, mica male! Buona settimana anche a te, Loriana.

    RispondiElimina
  16. Ninfa,
    che giornata splendida hai trascorso: natura e poesia, un connubio eccezionale per ritemprare corpo e spirito. Beata te che vivi tra mare e monti. Beh, oddio, anche io non li ho lontanissimi, anche se non vicini come te: il mare della Liguria e i monti e laghi della Brianza.
    Ho pubblicato un post che ti potrebbe interessare: creare riciclando. Se non hai niente di meglio da fare vai a dare un'occhiata.
    Ciaoooooooooooooooooo
    Nadia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Nadia, piacere di sentirti! Natura e poesia è un gran bel connubio, hai ragione. Sicuramente sono fortunata ad avere a portata di mano mare e collina...beh, la montagna è leggermente più distante. Ogni luogo comunque è interessante e la Liguria, che conosco un pò, è bellissima. Verrò sicuramente a fare un giro nel tuo blog, mi interessa molto scoprire ciò che hai creato riciclando, a presto!

      Elimina
  17. Caspita che giornata! Intensa è dire poco.Complimenti per la vitalità, io sarei stramazzata a metà mattina.
    :0)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non pensare mica che tutte le mie domeniche siano così intense, Sandra...Bisogna poi dire che anche noi al ritorno dalla montagna abbiamo avuto il nostro momento di "stramazzamento", ma il pensiero di sentire recitare Krilù mi ha infuso una nuova vitalità. Ciao, spero che da te la situazione si sia un pò stabilizzata!

      Elimina
  18. Che bella gita Ninfa, grazie di queste foto meravigliose!!

    AMARE COSTA
    Ha il prezzo elevato più delle cose che valgono.
    Costa mantenere la pazienza e dare fiducia.
    Costa dire: “Perdonami”, e anche: “Ti perdono”.
    Costa ammettere: “E’ colpa mia” e ricominciare.
    Costa fare ciò che non piace ma che l’altro vuole.
    Costa trattenere le lacrime quando piange il cuore.
    Costa sorridere quando l’umore è a terra.
    Costa a volte impuntarsi e volte cedere
    Costa confidarsi e ricevere confidenze.
    Costa condividere i dolori e sopportare i difetti.
    Costa cancellare le piccole ombre.
    Costa lo stare insieme ma anche la lontananza.
    Costa avere opinioni differenti ma anche dire: “Si”.
    Eppure a questo prezzo si genera l’amore vero e pieno!
    Gli spiccioli non servono per amare.
    Ci vuole un legno pesante come la croce
    che conduce ad una meravigliosa Risurrezione del cuore!

    Cara amica mi dispiace se non riesco a venirti a trovare più spesso, il tempo è tirano e non me lo permette.
    Ti auguro di cuore un domani migliore, che gli auspici che ti riservi si concretizzino, che tu possa sempre scorgere la luce alla fine di ogni tunnel, che tu sappia rialzarti se sei caduta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Mirta, certo la gita è stata bella, le foto, secondo me, un pò meno, anche se rendono abbastanza bene l'idea dei posti visitati. Con la mia macchinetta più di tanto non riesco proprio ad ottenere. Quelle che preferisco sono quella della fontanella e l'ultima, il tramonto sul canale. Ti ringrazio per le belle parole che mi hai trascritto: "gli spiccioli non servono per amare" mi piace molto. E non ti dispiacere se non riesci a passare spesso, quello purtroppo è un problema comune!

      Elimina