giovedì 26 aprile 2012

una normale domenica al mare con filastrocca finale

E' vero, vi avevo detto che vi avrei raccontato dove ho trascorso la Pasquetta, ma ormai quella giornata mi sembra già lontana e dato che il post era ancora da preparare, ho pensato di farvi vedere invece qualche foto scattata domenica scorsa. Niente posti esotici, sapete, nessun'altra puntatina a qualche regione "straniera" come avevo fatto il Lunedì dell'Angelo, ma il mare più a portata di mano: Cesenatico. Una domenica normale,  come tante, ma la prima che inaugura la bella stagione, infatti l'aria tiepida ed il sole che spesso si affacciava tra le nuvole, invogliava a muoversi in direzione della costa....e così l'appuntamento con gli alberi fioriti in collina è saltato un'altra volta.

Una volta là, il nostro giro a piedi è iniziato, come da classico tour domenicale, nel più banale dei modi: camminata sul molo. Una breve passeggiata che a me non alletta in modo particolare, mentre per Ma. sembra irrinunciabile. Evidentemente gli indigeni del luogo, e lui lo è,  subiscono maggiormente il fascino di quell'immissione nel mare aperto: scorrerà nelle loro vene il sangue di avventurosi naviganti?



Abbiamo poi deviato per la spiaggia, dove la mia macchina fotografica è stata subito catturata dallo sventolio della bandiera rossa, unica macchia di colore in un paesaggio marino che non presenta una grande varietà di forme: del resto siamo sulla bassa e sabbiosa costa romagnola, mica nella dirimpettaia Croazia!


Ad interrompere l'uniformità, ecco però il grattacielo svettante all'orizzonte: con i suoi 118 metri, è tuttora una delle strutture in cemento più alte d'Italia. Ed è certamente anche un pò una stella polare per tutti noi...chi, tra quelli della zona, non ha mai detto: "Ci vediamo all'ora x al grattacielo"?
Ultimamente questo enorme condominio di 35 piani è stato ristrutturato, perchè presentava qualche segno di cedimento...essendo, io e lui, praticamente coetanei...cosa dite? Non avrò bisogno di una ristrutturazione pure io?



La foto con bandiera "pericolo in mare" l'avete vista sopra, quella del grattacielo pure...ed ora eccovi un non del tutto riuscito mix. Peccato per la riuscita così così...sicuramente una fotografa "seria" ne avrebbe tirato fuori uno scatto più interessante.




I bagni come vedete si stanno già attrezzando per accogliere i primi clienti, quelli che appena c'è un barlume di sole si precipitano in spiaggia ...in questi ultimi anni per permetter loro di abbronzarsi anche nelle giornate freddine e ventose, i bagnini si sono inventati questa sorta di box di gruppo che assomiglia ad una zanzariera.


Tornati poi verso il viale principale, attraversiamo la strada e proseguiamo dritti. Dopo aver oltrepassato il ponte mobile sulla vena Mazzarini


sgambettiamo ancora per pochi metri fino ad addentrarci nella parte storica della città. Qui ci inoltriamo in delle belle stradine interne che ci conducono alla Piazzetta delle Conserve.


Un tempo, prima dell'avvento del frigorifero, il pesce veniva conservato  dentro questi pozzi riempiti con ghiaccio e neve compressa. Queste ghiacciaie, le conserve, rimasero attive fino agli anni '30. Delle venti esistenti, ne sono state recuperate tre.  


 Lasciandoci alle spalle questa zona denominata una volta "villaggio abissino", come si legge in una targa, dopo alcune svolte in viuzze non troppo invase dalla folla domenicale,


eccoci davanti ad una delle tante gelaterie...sì, ma questa è bio. Una sosta per gustare un gelato e poi


riprendiamo il cammino verso il Porto canale: realizzato nel '500  su progetto del grande Leonardo da Vinci, ospita in un tratto il Museo della Marineria. Vi ricorderete forse di avere già visto in questo post una foto che avevo scattato, la sera di Capodanno, proprio a queste caratteristiche imbarcazioni storiche.



Se siamo arrivati fin quaggiù è anche perchè volevo dare un'occhiata ad un mercatino allestito per non so quale occasione. Sarà il caldo, ma dopo alcune bancarelle e l'acquisto di un paio di robuste forbicione, sono già stanca...No, non ho più la stoffa per curiosare a lungo tra i banchetti...sarà l'età o  il gherbino che col suo alito caldo mi prosciuga le energie?


Meglio riprendere la via del ritorno ripercorrendo il Porto canale. In questo tratto sono ormeggiate le barche dei pescatori dei giorni nostri, come la "vongolara" che vedete in foto. Ma. mi racconta che una volta la raccolta delle vongole veniva effettuata con una specie di rastrello che il pescatore, stando immerso in acqua fino alla cintola, legava alla vita. Questo attrezzo artigianale, a causa del movimento ondeggiante che faceva il pescatore camminando all'indietro,  veniva curiosamente detto smenaculo.


Tornati infine alla macchina, ci immettiamo sul lungomare e scattiamo ancora una foto al grattacielo incorniciato dai pini. Ci avviamo poi verso casa, ma prima di arrivarci...


 ... per strada ci aspettano un bel pò di code, ma si sa che quando inizia il bel tempo tutti si riversano al mare!


Il gherbino intanto ha già mietuto una vittima: Ma., alla guida, comincia infatti a dare i numeri (o meglio le lettere...) inventandosi uno scioglilingua sulla fiacca ed io gli do pure una mano trovandone le varianti con le vocali....La prossima volta sarà forse più salutare andare a cercare il fresco in collina...tanto Ziznatic non scappa mica!

34 commenti:

  1. ....giuro che non ho letto tutto.:))...ma ho guardato le foto :)))
    ....comunque sarebbe stata interessante la foto del grattacielo e bandiera...per l'età...non ti so che dire.;)))

    ....cosa sarà mai sto pinterest !!!!????;))))

    ciaooo Vania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, lo so Vania...scrivo sempre troppo! E le foto non sono proprio un granchè, sarà per via di quel cielo un pò grigino...e della fotografa. Se lo scatto grattacielo + bandiera non fa molta figura, è perchè ho dovuto tagliare l'immagine: eh, c'era una gru. Ciao!
      P.s. Ho visto che 'sto pinterest ti ha catturato...Dovevi tenertene alla larga, invece!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Sono contenta Moonlight che tu conosca il gelato italiano e che ti piaccia così tanto. Sarò pure un pò di parte, ma tenuto conto anche delle mie esperienze all'estero, posso affermare con convinzione che il nostro gelato è davvero molto rico!

      Elimina
  3. mi hai ricordato un recente viaggio a Chioggia: ambientazione e sensazioni quasi identiche!!!
    Un sorriso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conoscendo Chioggia (che spero di visitare presto), non so quali scorci possano avertela ricordata...mi viene da pensare il canale o comunque quell'atmosfera particolare che si respira nelle città di mare. Un sorriso ed un saluto a te, Luigi!

      Elimina
  4. Ciao Ninfa, mi sono gustata per intero il tuo bel post, parole e immagini. E' ormai da tantissimo tempo che non vado a Ziznatich. Ovviamente, e non sia mai, per andare in spiaggia, giacché io non amo il mare estivo, ma nemmeno per la passeggiatina domenicale di primavera, perché affrontare la Statale Adriatica all'ora del rientro è roba da suicidio. Comprendo il tuo povero Ma, se sulla via del ritorno ha cominciato a dare i numeri, anche se non eravate sull'Adriatica.
    Ti abbraccio e conto di poterti abbracciare davvero a Sant'Arcangelo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io non amo troppo il mare estivo, mentre mi piace molto invece andarci in questo periodo, fino a giugno, diciamo. Una passeggiata a Cesenatico è sempre piacevole farla, ma certo che se il ritorno in macchina deve essere una roba allucinante, allora passa la voglia...Noi siamo abbastanza fortunati, perchè in meno di mezz'ora ci siamo...purtroppo in certi orari ed alla domenica il tempo raddoppia. Ricambio l'abbraccio, Krilù e per Santarcangelo ci conto anch'io... tantissimo!

      Elimina
  5. Mi è piaciuto questo tuo diario di viaggio a Cesenatico.
    Sarà che ormai ci sono abituata, che tante curiosità non le noto più! Ma la Piazzetta delle Erbe rimane la mia preferita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo parlo di luoghi per noi abituali, ma proprio per questo ogni tanto è interessante osservarli con l'occhio del turista! Mi fa piacere che ti sia piaciuta questa pagina di diario domenicale, la Piazzetta è anche per me una delle zone più caratteristiche. Una cosa curiosa è che anche Ma., che è addirittura del posto, quella delle Conserve la chiama come te "delle Erbe". Eppure sembra che non sia la stessa...Eh, dovrai fare un giro a Cesenatico per appurarlo Alessandra, ciao!

      Elimina
  6. che bel giro...è inutile il mare è il mare...noi al massimo facciamo un giro sul lago di garda,ma adoro sempre il mare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, un bel giretto...normale, ma sempre da apprezzare. Certo normale per noi che abitiamo vicini al mare. Tu sei comunque fortunata Valeria a poter andare al lago di Garda, a me piace davvero tanto quel posto, però concordo con te che il mare è un'altra cosa. Ciao!

      Elimina
  7. Come mi farei volentieri anche io un giretto al mare! Invece mi tocca la pianura Padana! ahahahahah! non è proprio la stessa cosa!
    Buon weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, lo immagino Eli, il mare attira sempre! A te è capitata la Pianura Padana, ma è anche quella che è toccata a noi, pur se nell'estremità...Certo poteva succedere che io nascessi, metti caso, in un'altra località con coste ancor più suggestive delle nostre. Il meglio c'è sempre, dobbiamo accontentarci...Buona domenica a te!

      Elimina
  8. Mi piace sempre tanto leggere i tuoi post, racconti pieni di curiosità e dettagli. Il primo maggio andrò anch'io al mare: mangiata di pesce e altro. Purtroppo sono a dieta, ma quel giorno farò proprio un bello strappo. Baci
    Emi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei gentile Emi, sono davvero contenta che tu legga volentieri i miei post, visto che sono sempre un pò prolissi... Non ho idea di dove andrai al mare, ma sicuramente trascorrerai una bellissima giornata, il pesce poi è così buono...quindi, bando alla dieta! Baci ricambiati.

      Elimina
  9. Che bel racconto della tua passeggiata.

    A me il mare piace anche con i nuvoloni.

    Baci, Ninfa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che tu abbia apprezzato il mio racconto: una passeggiata che ho fatto tantissime volte, ma che ogni volta è diversa. Domenica scorsa, come si può vedere dalle foto, il tempo era molto variabile, si passava dalle nuvolette bianche ai nuvoloni. In ogni modo penso anch'io che il mare abbia il suo fascino anche quando non splende il sole. Baci anche a te, Gianna!

      Elimina
  10. Bei posti.Ho presenti lunghissimi litorali dalle ampie spiagge con gli alberghi da un lato e dall'altro il mare.Passeggiate di novembre sulla linea del bagnasciuga con moltitudini di vongole che emergevano dalla sabbia bagnata..e le persone che le raccoglievano..
    Belle immagini, bel post rilassante, tranquillo.Ciao, Ninfa, buon w-end.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che tu conservi dei bei ricordi del nostro mare, Hyde. Certo il litorale costeggiato dagli alberghi non è il massimo, ma in certi posti (ad es. in Costa Brava) ho visto anche di peggio. Le passeggiate sul bagnasciuga sono sempre piacevoli e, come hai osservato, ci si può dedicare anche alla raccolta delle vongole. Tutto sommato un luogo decisamente rilassante, se non ci vai in piena stagione... Ciao, buona settimana!

      Elimina
  11. Una bella e lunga passeggiata. A me che sono della pianura lombarda, bassa, senza acque tranne che i Navigli e qualche fiume, il mare e chi ci può arrivare in un battibaleno, fa un'invidia ... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, abbastanza lunghina Ambra, anche perchè in genere il clima marino, specie se c'è il "gherbino", non è proprio rigenerante...chi ha provato l'effetto di quel vento lo sa! I tuoi Navigli, da come li ho visti in foto, sembrano molto affascinanti, anche se il mare a portata di mano certo è un'altra cosa...Ciao, buon lunedì!

      Elimina
  12. Ho letto tutto perchè il tuo stile mi piace e poi ero curiosa ... Complimenti per il reportage fotografico. Stamattina anch'io sono stata al mare a leggere mentre mio marito pescava e ci sono stati già dei coraggiosi che si sono fatti il bagno. Serena domenica, cara Ninfa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Erika, per i complimenti, li accetto davvero volentieri. Se un giorno capiterai da queste parti, non dovrai perderti un giro a Cesenatico...per una brava fotografa come te è di sicuro un luogo interessante. Anche tu sei fortunata ad avere il mare vicino, e come è rilassante leggere in spiaggia! Una buona settimana a te.

      Elimina
  13. Che bella questa tua giornata di relax e che belli i posti. Non conosco Cesenatico ma la sabbia è bellissima, le case fascinose e il gelato fantastico: cosa vuoi di più? Buon fine settimana :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quasi uno spot pubblicitario...infatti non desidero niente di più! Cesenatico è sicuramente un luogo in cui ci si può rilassare e scoprire scorci interessanti e questo qui, secondo me, è uno dei periodi migliori per visitarlo. Certo il mio è il punto di vista di una che non sopporta la confusione e le spiagge super affollate...Ciao Anthea, buon inizio settimana!

      Elimina
  14. Bello questo reportage fotografico con racconto! Non vedo Cesenatico da....boh, forse 14 anni?! Ho riconosciuto il porto canale, ma il resto non me lo ricordo più!!
    Ciao Marshall

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marshall, mi fa molto piacere il tuo apprezzamento al mio racconto + foto! Se non vedi Cesenatico da così tanti anni è venuto il momento di rinfrescare la memoria...Non trovo strano il fatto che tu abbia riconosciuto il porto canale: è infatti un luogo molto caratteristico ed è facile che resti impresso. A presto!

      Elimina
  15. Risposte
    1. Evviva, sì...A volte si fanno chilometri e chilometri per visitare luoghi lontani e alla fine non li si apprezza neanche tanto, vuoi per la stanchezza o per il poco tempo a disposizione. Non dico che si debba rinunciare del tutto a spostarsi per un solo giorno, ma spesso è infinitamente meglio godersi ciò che offre la propria zona. Ciao, Soffio.

      Elimina
  16. che bel profumo d'estate mi hai fatto sentire... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora vuol dire che è un profumo intenso quello sprigionato da questo post marino, Nicola! Finalmente queste belle giornate ci proiettano già col pensiero all'estate. Belle, ma anche estremamente variabili...un momento c'è il sole, un momento piove. Penso che per mettermi in costume dovrò aspettare ancora un pò, per ora l'estate mi accontento di respirarla. Buon lunedì prefestivo.

      Elimina
  17. È sempre bella Ziznatic e mi sono gustata anch'io questa passeggiata, sia pur virtuale. Ma...non era proprio proprio sereno, vero? Da bimba ci andavo sempre in colonia...ma...davvero il grattacielo ha solo 35 anni...pensavo di più.

    RispondiElimina
  18. Mi fa piacere Sandra che di Ziznatic tu abbia un bel ricordo, grazie (o forse nonostante) le vacanze in colonia. Magari la passeggiata "dal vero" puoi venire a farla quando il tempo è più bello: l'altra domenica infatti, come hai notato, c'erano le nuvole, però anche squarci di sereno, un tempo davvero variabile. E il grattacielo mio coetaneo...sì, ha davvero quegli anni, o almeno...le cifre son quelle...E non mi dire che gliene davi di più, che potrei rimanerci male anch'io!

    RispondiElimina