domenica 15 gennaio 2012

cinque idee in testa

collage "cinque idee in testa"

Cinque idee in testa? No, una miriade, una galassia, un universo di idee. Quando prendono il via, nessuno (è frustrante, ma neanch'io...) le ferma più e così nascono, si aggregano, esplodono, si aggrovigliano, sgomitano tra loro...Sì, questa è la cosa più scocciante:  le mie scoppiettanti idee neonate non se ne stanno mica lì buone ad aspettare il loro turno, no...ognuna cerca di superare l'altra, facendo di tutto per farsi ascoltare.
Si loda tanto la creatività, ma in certi momenti è davvero faticoso avere il big bang in testa!

disegno a pennarelli "Cinque idee in testa"

L'unica cosa che posso fare aspettando che passi la "febbre" creativa, perchè lo so che prima o poi la mia attività cerebrale si acquieterà, è prendere appunti. I fogli dei miei quaderni si riempiono allora di schizzi, parole, progetti decifrabili solo dalla sottoscritta. Anche le mie mani iniziano a fremere, vorrebbero iniziare cento lavori contemporaneamente..A volte assecondo l'impulso, ma la frenesia non dà buoni frutti, meglio far decantare l'entusiasmo per selezionare quelli che vale la pena realizzare.  Visto che non sempre però seguo questa saggia limitazione, di lavori ne inizio sempre molti di più di quelli che poi riesco a portare a compimento. Sì, credo proprio di essere  più portata per la fase progettuale, anche perchè nella pratica devo logicamente fronteggiare vari problemi pratici, legati per esempio alle caratteristiche del materiale nonchè alla mia abilità, spesso davvero carente, nel padroneggiare le tecniche utilizzate. Sto naturalmente parlando delle idee che nascono nel frullatore della mia testa, non da progetti copiati. Per quest'ultimi  in genere le difficoltà sono minori (quando riesco a sceglierne di adatti alle mie capacità), anche se il fermento non è paragonabile.

Per darvi un'idea di ciò che bolle in pentola o che ha bollito in precedenza, vi porto a fare un giro nella mia casa-cantiere, tra le cose copiate o inventate da me. 

Ecco i lavori terminati fuori tempo massimo, cioè il periodo natalizio
le palle a righe in paillettes ispiratemi dalle scintillanti creazioni di Mariù. Una fatica immane per due "cose" riuscite così così sullo stile delle palle da discoteca anni '70...


e il leggiadro addobbo che vi avevo mostrato in questo post, qui in versione spermental-riciclata coi cartoni del latte. Il tetra pak è stata una bella scoperta, l'effetto argenteo mi piace molto, ma la pubblicità del latte che occhieggia tra i "petali" rovina un pò...non credo ne seguiranno altre.


Ci sono anche quelli a tema non festivo 
il primo ricamo della serie casette datato 2004 e  fatto finalmente incorniciare! Ho aspettato una vita ed ora non sono soddisfatta al cento per cento: bella la cornice ma un pò troppo cupa, vero?


e la mal riuscita collana giocoliera che vi presenterò, senza vergogna, più avanti.


E poi quelli rimasti a metà, tre quarti o un quarto... 
limoni in estenuante attesa di diventare "biedermeier lemons". Più che mai seccati di starsene là appesi al termo


perline di carta, certo servono ancora tante altre compagne "da rivista" per poter offrire lo spettacolo di una collana


più di quattrocento (sì, proprio così) quadratini che avrebbero dovuto aggregarsi già da tempo per comporre dei quadri


il lampadario mutoide in pet lasciato a languire ormai da un anno


il "gruppo cartapesta" stoicamente in divenire da anni, mica mesi, eh..


la casa sbilenca che, sbilencamente brutta, è stata abbandonata, ma è ancora in vista caso mai mi venga lo sbuzzo di migliorarla o almeno provare a finirla


un centrino ( fotografato al rovescio, acc..)  inaspettatamente saltato fuori da una cesta. Sto cercando per lui una collocazione...pensavo di cucirlo su una borsa, da fare ad uncinetto, che ne dite?


 Ecco invece un lavoro avviato di recente

 la nuova collana "ramarro", ancora in embrione


quelli che seguiranno

un cuscino a forma di cuore in via di avviamento 


e quelli che devono ancora prendere forma

alcune matassine colorate di cotone acquistate negli sconti desiderose di trasformarsi in collane o bracciali


Lo so, lo so che se aprissi i cestoni e gli armadi, stando attenta che tutto il contenuto non mi si rovesciasse addosso, sarei capace di scovarne ancora chissà quanti in placida attesa, ma per ora lasciamo stare.

Il mio proposito per l'anno nuovo? Finire almeno i lavori che vi ho mostrato o buttare gli stessi impietosamente nella spazzatura!

P.s. Scusate se in questo post ho sovvertito ogni regola grammaticale, spero che non siate stati inglobati anche voi nella confusione delle mie frasi e della mia casa.

39 commenti:

  1. Ehi Ninfa, cos'è tutto il lavoro anche del 2013? Bisogna fermarti..!!!Intanto ti dico cosa mi piace: il collage delle idee all'inizio e il suo disegno preparatorio (belli, veramente)..Poi le casette del 2004, i quadratini ed il lampadario la cui idea merita essere ben sviluppata (assicurarsi che la fonte di luce non lo bruci etc...) Gli altri lavori sono anche belli, ma questi mi piacciono di più...Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 2013 e anni a venire, Hyde...Ed il brutto è che nel frattempo ne inizierò anche altri! Sono molto contenta che tu abbia notato e apprezzato il disegno (non è nato come preparatorio, poi però l'ho sfruttato così) ed il collage. Se la carta fosse stata incollata meglio sarebbe stato migliore. Riguardo al lampadario starò attenta, ma così grande non credo ci sia il rischio che si "sciolga". Per i quadratini...son d'accordo, sono una delle mie migliori cose non ultimate. Ciao e grazie!

      Elimina
  2. Come ti capisco: a volte il vulcano che abbiamo in testa rischia di sommergerci con la sua stessa lava... Ma la verità è che non scambierei un mio minuto di ispirazione o di creatività con dieci anni di vita non creativa. Quindi coraggio: oltretutto, tu sei davvero brava!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sì, si nota proprio che hai anche tu un cervello vulcanico, Nicola...la tua fantasia è poi ancora più sbrigliata della mia e per uno scrittore è certo una grande qualità. Concordi però con me a dire che il rischio è di esserne sommersi! Io per fortuna alterno momenti così ad altri più piatti, privi di creatività e non so mica se farei il cambio "dieci anni per un minuto", forse tre sì...Grazie per i complimenti, ciao!

      Elimina
  3. Esagerata!!!! Ci credo che, come dici (e come, in effetti, ho potuto constatare)la tua casa è sempre pienissima di cose!!! la prima volta che capiti da me , ti dico cosa farei nella cornice delle casine per renderla un po' più luminosa!
    Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, tu proprio non puoi stupirti Alessandra...in quanto ad "invenzioni" sei anche più prolifica di me! Però devo dire che hai due vantaggi: che porti a termine le cose che inizi (almeno credo) e soprattutto che hai una casa molto, molto più grande. Quando verrò a trovarti mi dirai che soluzione ti è venuta in mente per illuminare la cornice. Spero non mi proporrai però di "shabbarla" ... sai, è nuova, nuova. A presto!

      Elimina
  4. Quando si dice una ne fa cento ne pensa probabilmente si riferiscono a te ^___^
    però mi chiedo come fai a realizzare sempre tutto così in modo stupendo!!!
    Tante gioiose giornate creative
    nonnAnna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna, sei troppo gentile! Cerco sì di metterci cura nelle cose che faccio, ma i risultati non sono sempre come vorrei. Il più delle volte lascio i lavori a metà perchè non mi sono riusciti troppo bene, altre invece perchè rimando in continuazione la parte più impegnativa o noiosa da fare. Comunque hai ragione...incarno proprio il proverbio che hai riportato. Ricambio l'augurio di gioiosa creatività. Ciao!

      Elimina
  5. Risposte
    1. Troppo?! Hai ragione Carla, è veramente troppo e pensa che questa è solo una parte dei lavori non finiti che si nascondono negli angoli della mia casa... se la vedessi grideresti davvero "aiutooo"! Ogni tanto ne tiro fuori qualcuno per tentare di completarlo, ma spesso le nuove idee prendono il sopravvento e così ne inizio anche di nuovi. Urge un laboratorio!

      Elimina
  6. Altro che cinque idee, la tua testa è una fucina di idee! Saranno anche da completare i tuoi mille oggetti, le tue mille creazioni, ma sono una più bella dell'altra sia come idea che come realizzazione finita o non finita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è proprio una fucina Ambra, ma certo non è sempre così...Quando sono molto occupata, presa da altre cose come in questi giorni, la mia creatività si spegne. Mi fa molto piacere che trovi belle le mie creazioni, finite o no, non tutte lo sono, però l'idea iniziale magari era buona...Ciao!

      Elimina
  7. non fermarti, mi raccomando!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ma vi dovete mettere d'accordo...una dice che è troppo e tu di non fermarmi..Scherzo, grazie per l'incitamento Luigi, spero davvero di continuare ad avere tutte queste idee e voglia di metterle in pratica. Magari non sempre a questo ritmo, ogni tanto "fermarsi" con la testa è bello e riposante!

      Elimina
  8. Mamma mia come ti capisco, manco io so dove mettere più le mie "robe" !!! Quanto alla testa-vulcano so di che parli...ci si pensa pure di notte, quando ci si sveglia...o no? Da piccola era la litania continua di mia mamma " non si cominciano mille cose, finisci prima quella..." PROPRIO NON LA REGGEVO e, forse per contrasto, questa abitudine si è radicata.
    M i piace proprio tutto ciò che vedo nella carrellata. In particolare la casa sbilenca (che trovo bellissima!) e il gruppo cartapesta. E poi anche il centrino: l'idea della borsa n on è male. Poco fa ho infilato la testa nel ripostiglio del sottotetto(giusto la testa riesco a far passare)e mi è venuto male...meriterebbe una foto...ah...ah...ah!
    Buon lunedì, Ninfa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu compagna di idee dotate di vita propria, Sandra? Io in piena notte non ci penso, ma prima di addormentarmi sì, eccome...Sto parlando naturalmente dei periodi di febbre creativa, non è sempre così, per fortuna. Vedo che anche mia mamma e la tua, quando eravamo piccole, erano sintonizzate e non avevano mica tutti i torti, io vorrei proprio riuscirci a terminare una cosa senza iniziarne una seconda...Sono contenta, e stupita, che ti piaccia la mia casa sbilenca...chissà che il tuo giudizio non sia un incentivo per continuarla. Ciao, buona settimana...beata te che hai un sottotetto da riempire!

      Elimina
  9. ehi,ehi non si butta via niente che, se ti ho capito, tempo 10 giorni ti succede che hai proprio bisogno di quel pezzo e solo quello, che hai maldestramente e inopportunamente buttato.....
    anche a me la testa viaggia moooolto più veloce delle mani.....ma non c'è soluzione...l'unica sarebbe avere almeno 12 mani per lavorare contemporaneamente a 6 progetti (ma a quel punto ne vorresti realizzare almeno il doppio)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tu hai ragione al cento per cento Daniela, non si butta via niente...Credo però che alla vista del mio bilocale potresti anche cambiare idea! E' così straripante di roba, che buttare qualcosa ogni tanto è una questione di sopravvivenza. E poi, dato che non sono proprio ordinata, quando cerco qualcosa che mi serve non la trovo mai. Per la testa che corre più veloce delle mani non c'è proprio soluzione, sono convinta anch'io che non ci accontenteremmo neanche se di mani ne avessimo cento, quindi assecondiamo i nostri ritmi!

      Elimina
  10. beh,penso siam tutte un po così piene di materiali di ogni tipo e lavori non conclusi...eh sì ma quelle mattonelle devi assolutamente trasformarle nei quadri...dai...ora che hai mostrato i lavori a metà devi mostrarci qualcosa di concluso...baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Valeria, lo penso anch'io che tutti abbiamo in casa materiali vari e lavori incompiuti...la quantità varia però da persona a persona. Questo post l'ho fatto anche con l'intenzione di tenere qui, appuntato sul blog, le cose che non mi voglio dimenticare e che vorrei davvero concludere. I quadri mosaico senz'altro... le mattonelline infatti mi piacciono molto e dietro c'è un lungo lavoro, pensa che sono di soli cm.2x2. Baci anche a te!

      Elimina
  11. ... lasci senza parole! sei proprio granderrima, Ninfa!!! ti abbraccio forte forte
    teresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Teresa, che bella sorpresa questa visita dalla cerchia di amicizie di lavoro! Grazie mille per il complimento che mi hai fatto (vedo che anche tu te la cavi bene con la grammatica fai da te), spero di averti stupita in maniera positiva...Un abbraccio anche a te!

      Elimina
    2. ...ovviamente in positivissimo! sto imparando tanto da quello che vedo sul tuo blog. Anzi, quand'è che incominci a fare qualche corso per chi, come me, vorrebbe imparare e non sa a chi rivolgersi?

      Elimina
    3. Grazie, troppo gentile. Sono proprio contenta che il mio blog ti sia utile. Un corso io? Se sei la Teresa che penso non dovresti avere difficoltà a trovarne...comunque sì, certo mi piacerebbe organizzarne... Ciao!
      P.s. Ti consiglio di dare anche un'occhiata alla barra laterale: ci sono diversi blog da cui si può imparare davvero tanto.

      Elimina
  12. Cara Ninfa, sei un vulcano di idee!
    Che bello, l'importante è averle, poi piano piano si riesce a realizzarle.
    Brava!
    Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Gianna, l'importante è averle le idee, poi non bisogna avere fretta di realizzarle. A poco, a poco l'energia creatrice abbassa un pò i suoi toni, cosicchè si può vedere un pò più lucidamente quali progetti, in mezzo al caos, siano i più fattibili e interessanti. Grazie, ti auguro un buon pomeriggio!

      Elimina
  13. Ninfa ma sono STRABILIANTIIII!!!! In particolare mi ha colpito il lampadario e le perle di carta...hai davvero una creatività infinita!!!
    un abbraccio e buona settimana!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa più strabiliante a casa mia è sicuramente la confusione, ma anche riguardo alla creatività non posso lamentarmi. Se però scendiamo nei particolari, vedendo quanto di bello riesco a realizzare...allora il discorso cambia. Il lampadario è certamente un progetto interessante, ma ancora non so se ne verrà fuori una sfera come io e Ma. speriamo...Le perle in carta invece si sono viste in giro già da tempo, ma a me piacciono ancora. Un abbraccio anche a te, Marina!

      Elimina
  14. c'è un intero magazzino di fuochi d'artificio che sta scoppiettando....che belle idee...baci.glo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che dire ...hai iniziato questo nuovo anno alla grande.
      P.S sei la vincitrice del sabato quizzz....mandami il tuo indirizzo a franca.gatto3@gmail.com
      e poi vai sul mio blog a scrivere il titolo.
      un abbraccio.

      Elimina
    2. Ciao, Gloria! Ci dev'essere qualcosa che non funziona ancora bene nel nuovo sistema delle finestrine sotto ogni commento, perchè la tua non riesco ad aprirla. Un magazzino...è proprio ciò che mi servirebbe! Sono convinta che avendo uno spazio appositamente per "lavorare" anche la creatività ne trarrebbe vantaggio. Avere tutto a portata di mano, senza dovere spostare dal tavolo ogni volta il lavoro in corso, mi permetterebbe di avere anche più ordine mentale...e di dedicarmi a progetti più grandi. Ringraziamenti e baci!

      Grazie Anella, sei molto gentile. Molti sono progetti che mi trascino già da tempo, però il nuovo anno ha portato anche nuovi frutti. Ciao...per il gioco ti ho risposto sotto e poi già sai tutto...Sono la vincitrice!

      Elimina
  15. sei Fantasia e Creatività fatta a persona!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona, Daniela! Di creatività e fantasia qui nel mondo dei blog se ne trova a mucchi, sono davvero tantissime le persone dotate di queste qualità. Creare, esprimere se stessi in varie forme d'arte o artigianato è una cosa bellissima a cui non bisognerebbe mai rinunciare, un pò di tempo libero ed un angolino riusciamo sempre a ritagliarcelo... Ciao!

      Elimina
  16. NINFAAAAAAAA........corri sul mio blog....il titolo non è giusto!!!!!!!1 RIPROVAAAAAAA.........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono già corsa e stavolta mi auguro proprio di averci preso, Anella. Il mio indirizzo nel frattempo l'avrai sicuramente ricevuto...Ciao!

      Elimina
  17. Mamma mia quante cose, quante idee! ma ti basta il 2012? aspettiamo e vediamo piano piano cos'altro tirerai fuori dal cappello......

    RispondiElimina
  18. Se mi basta, Carla? Non lo so proprio...A dire il vero per i lavori iniziati che vi ho fatto vedere, il 2012 basterebbe, ma come hai ben osservato dal cappello tirerò fuori di sicuro qualcos'altro ed allora i tempi di lavoro si allungheranno...Ho fatto comunque un proposito ufficiale, almeno in parte dovrò pur mantenerlo!

    RispondiElimina
  19. Mi sono molto rispecchiata in questo post!
    Troppa carne al fuoco e troppo poco tempo per fare tutto. Io mi appunto i lavori da fare su dei postit ogni tanto li riguardo e tiro le somme di cosa ho concluso. Alcuni progetti, dopo un periodo di decantazione, perdono il loro fascino e li abbandono :DDDDD
    Mi piacciono molto sia la casa sbilenca che il gruppo in cartapesta

    RispondiElimina
  20. Sì, credo proprio che ci si rispecchino in molti, Eli. Non c'è mai abbastanza tempo per realizzare tutte le idee che abbiamo in testa...però vedo che succede anche a te di lasciar perdere alcuni progetti, perchè dopo un pò non sembrano più così accattivanti come ci apparivano appena nati. Per fortuna che c'è questa selezione naturale! Mi fa piacere che, come Sandra, hai apprezzato le mie cose in cartapesta, bisognerà che mi decida a riprenderle e...anch'io ogni tanto dovrei tirare le somme di ciò che ho concluso!

    RispondiElimina