mercoledì 29 giugno 2011

un pò di giardinaggio

Domenica sono andata al mare con Ma. qui dalle nostre parti e la macchina l'abbiamo parcheggiata alquanto lontana dalla spiaggia. Quando siamo tornati a recuperarla, abbiamo percorso a piedi diverse vie e viuzze fiancheggiando campi incolti e giardinetti. A un certo punto Ma. è stato attirato da una pianta con i fiori grandi, penduli e ancora chiusi che sul  fusto presentava come delle palline nere, somiglianti quasi a dei gusci di lumachine. Lui, che in confronto al mio ha un pollice verdissimo, mi ha detto che aveva scoperto che quelle palline erano dei bulbilli e che se li si piantava, sarebbero nati i fiori, nel "breve" arco di tempo di due anni. Di che pianta si trattava? Di gigli, mi ha risposto.
Così di quelle palline ne abbiamo staccate tre, me le sono messe in tasca...



...e arrivati a casa le abbiamo piantate.


Il vaso l'ho portato il giorno dopo nel terrazzo dei miei, perchè dubitavo che nel mio bilocale questi bulbi potessero aver voglia di germogliare. Un terrazzo è certo una dimora più idonea. Ora non resta che aspettare.


Dietro al tavolo dove ho sistemato il mio vasino, potete vedere una pianta che si è già allungata per tutto il piano. A me fa pensare a quella di "Jack e il fagiolo magico", che in un batter d'occhio era cresciuta a dismisura! Qualcuno sa dirmi per caso di cosa si tratta? E' venuta su da sola, forse da un semino di melone o di cocomero? Chissà, il mistero si svelerà caso mai volesse fare qualche frutto...magari se mi ci arrampico trovo pure la gallina dalle uova d'oro...


Già che ci sono vi faccio vedere anche i "miei" pomodorini. Tre piante che ho comprato al mercato coperto: due di pachini ed una di perini. Sì, lo so che è davvero un orto mignon, però vedere crescere una pianta, osservarne i frutti che maturano è una esperienza a cui non dovrebbe rinunciare  neanche chi vive come me in città.


I pomodori stanno iniziando a prendere un bel colore. Io li sto curando con amore,  li innaffio ogni giorno e seguo con interesse i loro progressi, però non ci parlo, quello no.


Cosa dite, quando il raccolto sarà pronto ci scapperà almeno una spaghettata pomodoro e basilico?


Prossimamente vi parlerò ancora di verde, più precisamente di fiori, anzi...di un prato fiorito. E se vi dicessi che si trova nella mia cucina ci credereste?

31 commenti:

  1. allora attendiamo tutti la fioritura!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  2. Pomodorini e basilico sono pronti per la spaghettata, apprestati a farla...in attesa di altre fioriture.

    RispondiElimina
  3. Quella del fagiolo magico non so proprio che pianta sia. Mi sembra di conoscerne le foglie, ma chissà, non ricordo.
    Invece sono d'accordo sulla necessità di avere almeno qualche piantina sul balcone in città. Io ho il terrazzo pieno di piante aromatiche. I pomodori li volevo prendere ma temevo di non essere capace di crescerli. Magari ci provo, la prossima stagione.

    RispondiElimina
  4. ahhhh non riesco proprio ad identificare la pianta!! Sembra una pianta annuale da orto, non so se si tratti di frutta o verdura...
    Riguardo ai semini: l'anno scorso avevo provato a seminare delle peonie! Tempo di germinazione lunghissimo anche per loro, chissà se verrà fuori qualcosa!
    Bellissima coltivazione di pomodori e basilico, allora aspetto di vedere il prato fiorito in cucina, mi intriga un sacco!!
    ciao
    Giada

    RispondiElimina
  5. ....pensa post prima di vedere questi fiori....quindi aspettiamo i prossimi per CREDERE.:)
    ciaoo Vania

    RispondiElimina
  6. sarà una spaghettata unica...noi abbiamo piantato piselli...sta nascendo una bella piantina...vedremo,cosa uscirà...
    p.s:sul mio blog ho postato l'uccellino nel cuore versione legnosa...era un'idea troppo bella,non potevo resistere

    RispondiElimina
  7. No, proprio non conosco la pianta. Le altre sono proprio belle, quei pomodorini poi..
    Come mi piace leggerti, scrivi proprio bene..
    Alessandra

    RispondiElimina
  8. Ciao Luigi, sono contenta che aspettate tutti con me la fioritura...vorrebbe dire che il mio blog reggerebbe ancora due anni almeno! Beh, è quello che mi auguro. Una buona giornata anche a te.

    I pomodorini sono ancora un pò indietro Gianna, ma il basilico quello sì che è pronto...per il pesto, che è buonissimo. Per i frutti misteriosi credo invece dovrò attendere parecchio. Ciao, buon pomeriggio!

    Neanche tu ne hai un'idea, Ambra? Pazienza, vorrà dire che aspetterò qualche segno di riconoscimento...Anch'io come te amo moltissimo le piante aromatiche e certo se avessi un balcone mio ne avrei messa qualcuna in più. Il prossimo anno sperimenta i pomodori, non è difficile!

    RispondiElimina
  9. Ah, anch'io non lo so proprio, Giada. Ieri mi sono accorta che ha due bocciolini, sono impaziente di vedere quando si apriranno. Le peonie sono bellissime, quando finalmente sbocceranno, devi immortalarle in una foto o meglio ancora in un disegno! Il prato fiorito della cucina lo vedrai presto. Ciao!

    E' vero Vania, mi viene male solo a pensarci a quanti post produrrò in questi anni di attesa della fioritura! Invece i fiori della cucina potrai vederli tra pochi giorni, anche se sono fioriti già dal 2008...credici!

    RispondiElimina
  10. Sì, sì, hai ragione Valeria, credo proprio che sarà "unica", come immagino la vostra scorpacciata di piselli! Ma non si dice che è meglio rimanere con la voglia? Hai fatto una versione legnosa dell'uccellino, veramente?! Finisco di scrivere poi vengo a vederlo che sono curiosa, a dopo!

    In effetti la pianta misteriosa non ve l'ho mostrata per bene, quindi è difficile capirci qualcosa. E poi probabilmente, come ha detto Giada, è da orto..Grazie per i complimenti, Alessandra ai miei radi pomodorini e a quelli per le mie ancor più rade "doti letterarie"...e pensare che a scuola dall’otto in italiano delle elementari sono scesa al misero sei delle superiori…

    RispondiElimina
  11. Che bello fare giardinaggio, sia fuori che in casa o sul balcone. Bellini i tuoi pomodorini! Ma sai che non sapevo che la pianta fosse così piccina? Il prossimo anno ne voglio una anche io! Noi invece stiamo raccogliendo già degli enormi cetrioli e ancora qualche fragolina. E poi basilico per il pesto :-)

    RispondiElimina
  12. Che carino il tuo orto mignon! Ho anche io delle piante di pomodori, ma sono state massacrate da una grandinata :(

    RispondiElimina
  13. Non parlarmi di pollice verde: le uniche piante che resistono a casa mia sono le piante grasse. Ovviamente perché mi dimentico di annafiarle.
    :)

    RispondiElimina
  14. Certo uno si deve accontentare degli spazi a disposizione, meno male che almeno mia mamma ha un balcone! Di pomodori non me ne intendo tanto, le mie piantine in effetti sono cresciute poco, forse solo perchè sono in una vasca. Mi piacerebbe piantare le fragoline, come hai fatto tu Claudia, per mangiarle condite col vino dolce. Il basilico lo mettiamo ogni anno e ci serve anche a noi soprattutto per il pesto. Ciao!

    Grazie Eli, in effetti non è proprio mio, ma quest'anno visto che l'innaffio sempre, lo considero quasi di mia proprietà...Se tu hai un orto "vero" capisco come possa risentire di più delle condizioni atmosferiche. Però quando non grandina, i raccolti sono molto più abbondanti...

    Sì, anch'io non ho un gran pollice verde e nel mio appartamento durano poco perfino le piante grasse perchè hanno poca luce. Così per questa "piantagione" di pomodorini ho sfruttato il terrazzo dei miei ed i consigli di Ma.: togliere gli inutili getti laterali ed innaffiare tutti i giorni...Forse è meglio che continui a dedicarti alle piante grasse Stefania, sono pur belle!

    RispondiElimina
  15. Io penso che tu abbia una varietà con pianta piccola. Io la scorsa estate ho provato a piantare i semi, ma credo fossero pomodori normali, non quelli piccino, una pianta alta due metri che non riuscivo più a gestire, eh eh! La pianta di fragoline è stata molto apprezzata da Topastro :-)

    RispondiElimina
  16. che bello il tuo orticello mignon... vero che dà grande soddisfazione? Buona fortuna con i bulbi.. sono curiosa di vedere come saranno...

    RispondiElimina
  17. Mah, penso che tu abbia ragione, Claudia. Probabilmente la mia è una varietà piccola, a dire il vero l'unica che ho trovato al mercato. Sì, perchè io le ho comprate già con i fiori, non ho piantato i semi...Le tue erano di due metri? Tipo quella che sta crescendo sul tavolo del terrazzo! Meglio le piccole e saporite fragoline.

    Certo è veramente mini mini, ma se fosse più grande non so se poi avrei la pazienza di dedicarmici. Comunque sì, mi dà molta soddisfazione, perchè mantiene vivo il mio forte legame con la natura, legame che devo trascurare visto che vivo in città. Per i bulbi dovremo pazientare un bel pò, ma vi terrò informati. Ciao, Raffaella!

    RispondiElimina
  18. a guardare le foto non sembra proprio che abiti in città. Lo scorso anno misi anche io i pomodorini sul balcone...i tuoi sono più prolifici di certo, mentre il basilico è gigante! sarà che l'ho messo in un vaso enorme insieme alla mentuccia, sentissi che profumo! A me sembrano foglie di fico quelle nel vaso dietro ai bulbi o foglie di qualche tipo di vite. magari a settembre mangerai uva ^_^

    RispondiElimina
  19. Bene, verrò a vedere le foto delle piantine nate dai bulbi :-)

    RispondiElimina
  20. che belle foto! quei pomodorini poi sono fantastici!

    RispondiElimina
  21. Brava Ninfa! Sicuramente i pomodorini avranno un gusto ottimo!

    RispondiElimina
  22. Sì, te lo assicuro Alessandra, sia la mia casa che quella dei miei (col balcone in foto)si trovano in città. I miei pomodorini sono prolifici sì, ma su quei pochi rametti fotografati..Il profumo sia del basilico che della menta, nelle diverse varietà, è buonissimo e poi sono piante anche facili da mantenere. La pianta misteriosa non è un fico e neanche una vite (niente uva!), di questo sono più che sicura. Oggi è sbocciato un fiorellino giallo...mah. Ciao!

    Ne passerà di acqua sotto ai ponti, però mi fa piacere che anche tu ne segui gli sviluppi. Ciao, Claudia!

    Grazie Marina. Sì, i pomodorni fanno una certa figura anche se per ora affollano solo qualche rametto. L'importante è che siano buoni, che abbia insomma azzeccato la varietà giusta...e comunque c'erano solo quelle due. Ciao!

    Sì, spero proprio che siano ottimi. In effetti le cose che ci coltiviamo per conto nostro sembrano sempre migliori di quelle compere. Per lo meno, perchè sono più fresche. Sai che non mi ricordo se anche tu hai un orto, Alessandra? Lo spazio lo avresti eccome! L'altro giorno ti ho pensata, ma non sono passata, perchè ti immaginavo presa da mille impegni, ciao!

    RispondiElimina
  23. Mi è capitato spesso,visto che sono circondata dal verde,di buttare semi( ad es.cocomero) e ritrovarmi a distanza di tempo i frutti nati dai quei semi in posti improbabili...miracoloso!!!!
    Non sapevo che avessi un orticello...bellissimo!

    RispondiElimina
  24. davvero da quelle...come dire...cosine nere usciranno fuori dei meravigliosi gigli??? Io non ci avrei scommesso 10 centesimi!!! Ma che bravo Ma.! E brava anche tu, alle prese con i tuoi pomodorini! Io ho provato con il basilico, ma è svenuto miseramente, sotto un diluvio d'acqua dopo aver dimenticato per giorni di innaffiarlo...pessimo pollice verde!

    RispondiElimina
  25. ....belli...vedere le tonalità dal verde al rosso...che belle!!...e poi si sposano alla perfezione con il basilico...a quando la spaghettata???,,,eheh...
    ciao Mariuccia

    RispondiElimina
  26. un bel pollice verde vedo....glo

    RispondiElimina
  27. Carissima Ninfa vivissimi complimenti e guarda che mi autoinvito per la spaghettata!!!!!!!

    RispondiElimina
  28. Ah, va finire che anche la mia è un cocomero, ma dubito di riuscirne a mangiarne uno, Floriana. Grazie per i complimenti al mio orticello, siamo al secondo tentativo con i pomodori...

    Certo, quelle robine nere dovrebbero dar vita proprio a dei gigli, ma fra quanti anni non si sa...Per migliorare il colore del tuo pollice, Turista, ti consiglio di innaffiare con costanza, tutti i giorni. Dai, che ce la puoi fare!

    Sì, è vero Mariuccia, quei contrasti di colore sono molto artistici. Per la spaghettata dovrai aspettare che maturi qualche altro pomodorino e poi... credo dovrai accontentarti però di una virtuale! Ciao!

    RispondiElimina
  29. No, no, mi fate troppi complimenti...sono solo una contadina da terrazza alle prime armi. Però se continuo così, magari tra qualche anno riuscirò a prepararmi anche un fricò con le verdure dell'orto! Ciao, Gloria!

    Anche tu complimentosa? Beh, grazie cara Elettra. Ti autoinviti? Benissimo, allora prenota già l'aereo...mmhh, ma non vorrai mica che gli altri amici bloggers si sentano esclusi. Su, accontentati della foto!

    RispondiElimina
  30. Ninfa, il tuo entusiasmo nella coltivazione orticola in terrazzo è encomiabile e merita successo, anche se nutro seri dubbi sulla possibilità che tu possa mai mangiare un cocomero o un melone (dalla foto non si riconosce il tipo di pianta) coltivato in una vaschetta.
    Miglior fortuna avrai certamente per una buona spaghettata pomodoro/basilico, o magari per un gustoso pesto.
    Quanto ai bulbilli di Lilium ... restiamo in fiduciosa attesa dei risultati.

    RispondiElimina
  31. Dubito anch'io Krilù che in terrazza si possano raccogliere meloni...ti dirò invece quante spaghettate riuscirò a fare con quei pomodorini. Il pesto, quello è ormai brevettato da anni, ma non mi stanca mai e poi è comodo, perchè si può conservare in vasetti. Quella dei lilium è certo una novità, non sapevo neanche che dei bulbi potessero nascere su di un fusto! Vi terrò informati dei progressi con un "diario figurato botanico". Ciao e buon sabato!

    RispondiElimina